L'Olimpia va ad Avellino: è sfida di alta classifica

Sfida di alta classifica ad Avellino, domenica alle 17.00 (Eurosport Player), per l’Olimpia. Milano difende il primo posto in coabitazione con Venezia e può allungare definitivamente sulla Scandone in caso di vittoria (avrebbe tre vittorie di vantaggio con sette gare rimanenti). Si affrontano due squadre con numeri di elite: Avellino è la migliore nel tiro da due e da tre e nei rimbalzi difensivi; Milano è terza dal campo, seconda nel tiro da due e seconda nei rimbalzi (sia difensivi che totali). Però Avellino è la squadra che perde più palloni (14 di media), mentre l’Olimpia concede meno punti di tutti (72.5) ed è la formazione che obbliga a tirare peggio da due. In un certo senso sarà una sfida tra identità differenti. Andrew Goudelock e Jason Rich sono i migliori giocatori del campionato nel plus/minus; Rich è anche il capocannoniere. Arturas Gudaitis ha stabilito con Avellino il suo record di rimbalzi, 20. Nella partita di andata non c’erano Bruno Fitipaldo e Kyrylo Fesenko da una parte, Andrew Goudelock dall’altra. Avellino ha anche inserito Shane Lawal al posto dell’infortunato Hamady N’Diaye. L’Olimpia ha aggiunto Mindaugas Kuzminskas e rispetto alla partita di andata ha a disposizione anche Kaleb Tarczewski. Simone Pianigiani ha un bilancio di 16-4 contro il coach di Avellino, Stefano Sacripanti. L’Olimpia porta in Irpinia la sua striscia di cinque vittorie consecutive ma ha giocato due volte nel corso della settimana mentre la Sidigas ha pareggiato in Fiba Europe Cup contro la Juventus Utena. Nel girone di ritorno, Milano è 6-1, Avellino 3-4 ma la Sidigas aveva girato in testa al termine del girone di andata.

MILANO-AVELLINO: I PRECEDENTI

40 i precedenti tra queste due squadre, l’Olimpia comanda 26-14. L’attuale Sidigas ha ottenuto i risultati migliori in Coppa Italia eliminando l’Olimpia nei quarti di finale due volte, nel 2010 (coach dell’Olimpia era Piero Bucchi) ad Avellino e nel 2011 a Torino (coach dell’Olimpia era Dan Peterson), nella gara in cui l’ex milanese Marques Green distribuì 20 assist, record italiano di sempre. Nei quarti del 2015 però l’Olimpia ha prevalso di due punti con canestro al buzzer di MarShon Brooks. Nella finale del 2016 l’Olimpia ha vinto 82-76 con 17 punti di Rakim Sanders, 15 di Jamel McLean e 14 di Milan Macvan. E infine nella Supercoppa del 2016, sempre l’Olimpia ha vinto 90-72 con 25 punti di Kruno Simon. La Sidigas ha vinto a Milano con canestro allo scadere di Marty Leunen nella stagione 2015/16 e si è ripetuta nella partita di andata di questa stagione finita dopo due tempi supplementari con il canestro allo scadere dei regolamentari da tre di Curtis Jerrells (23 punti) pareggiato sulla sirena da quello di Ariel Filloy. Come questa volta l’Olimpia veniva da due gare di EuroLeague nella stessa settimana.

 

MILANO-AVELLINO: LA CONNECTION

Lo scorso anno Marco Cusin ha giocato 32 gare con la maglia di Avellino segnando 4.6 punti per gara in 18.2 minuti di utilizzo. Ha anche catturato 4.9 rimbalzi a partita e tirato dal campo con il 53.6%. E’ un ex al contrario invece Ariel Filloy. La sua unica stagione milanese intera è stata la 2011/12 quando giocò 16 gare con 42 punti segnati. Ebbe apparizioni in panchina e 4 minuti in campo anche nelle due stagioni precedenti. Marty Leunen ha giocato a Cantù con lo stesso Cusin e anche Awudu Abass, Vladimir Micov e Andrea Cinciarini. In passato hanno vestito la maglia di entrambe le squadre Marques Green, Joe Ragland e Alex Acker tra gli altri. Il coach di Avellino, Sacripanti, ha vinto un oro europeo Under 20 con la Nazionale della quale faceva parte proprio Abass che poi ha allenato anche a Cantù. Simone Pianigiani è stato l’allenatore di Lorenzo D’Ercole a Siena. Filloy, Cusin, Abass e Cinciarini erano tutti in Nazionale agli ultimi Europei.

CHI SONO GLI ARBITRI

La partita tra Avellino e Milano sarà diretta da Carmelo Paternicò, Lorenzo Baldini e Denis Quarta.

BERTANS PRIMO NEL TIRO DA TRE

Con 31/70 pari al 44.3% dall’arco, Dairis Bertans è salito al primo posto nella classifica del tiro da tre in Italia scavalcando (ha il 44.1%) Michal Bramos di Venezia. L’ultimo giocatore dell’Olimpia a vincere la classifica del tiro da tre è stato Antonis Fotsis nel 2011/12 con il 43.8%. Dopo di allora sono andati “sul podio” Keith Langford nel 2013/14 (terzo) e Joe Ragland nel 2014/15 (secondo).

IL RECORD DI VLADO MICOV

Contro Trento, Vlado Micov ha stabilito il suo nuovo primato personale di punti nel campionato italiano con 28. Il suo vecchio record risaliva al 28 gennaio 2012 quando giocava a Cantù e fece 21 a Sassari. In maglia Olimpia non aveva mai toccato i venti punti, il massimo erano stati 18 a Varese nella seconda di ritorno. Micov ha segnato in doppia cifra per la sesta volta consecutiva. Per lui record anche di valutazione, 30.

 

JUST SAY NO GUDAITIS

Contro Trento,Gudaitis ha distribuito cinque stoppate, suo record personale. Nelle ultime due, ha eseguito otto stoppate portando il totale in campionato a quota 23, 1.2 di media, terzo dopo Hamady N’Diaye di Avellino e Cady Lalanne (ex Brindisi).

CINCIARINI 9° DI SEMPRE NEGLI ASSIST

Il Capitano dell’Olimpia Andrea Cinciarini ha superato Nando Gentile (1.068), un altro ex Capitano del club, e adesso con 1.073 assist è al nono posto della graduatoria di tutti i tempi degli assist. In classifica primo è Gianmarco Pozzecco con 1772 assist. Carlton Myers, ottavo, è a 15 assist di distanza da Cinciarini. Tra cinque assist Cinciarini raggiungerà anche Claudio Coldebella entrando tra i Top 10 di sempre con la maglia dell’Olimpia. Attualmente ne ha 235. Cinciarini è uno dei cinque giocatori tra i primi 10 che abbiano giocato nell’Olimpia. Uno di essi, Mike D’Antoni – sesto con 1138 assist – ha distribuito tutti questi passaggi con la maglia biancorossa. La classifica vede, alle spalle del leader Pozzecco, Riccardo Pittis (1454 di cui 331 in maglia Olimpia), Marques Green (1442 di cui 104 in maglia Olimpia), Roberto Brunamonti (1332), Pierluigi Marzorati (1201), Mike D’Antoni, Alessandro Fantozzi (1125) e Carlton Myers (1088). Nando Gentile è il quinto ex Olimpia con 1068 assist di cui 256 a Milano.

PUNTI – Contro Trento, Cinciarini con 14 punti ha stabilito il suo nuovo primato stagionale. Sono record anche i sei canestri da due senza errori. Nel girone di ritorno Cinciarini sta segnando 7.3 punti a partita con il 68.2% da due. Nella striscia di cinque vittorie attiva dell’Olimpia, il Capitano ha 13/14 da due.

Commenta
(Visited 55 times, 1 visits today)

About The Author