Luiss Roma troppo forte, Venafro si arrende 88-70

Luiss corsara in quel di Venafro

DYNAMIC VENAFRO: Pirozzi, Carcillo 2, Minchella 6, Bandera, Gueye 6, Rinaldi 14, Rossi 12, Laguzzi 15, Tamburrini 13, Cancelli ne, Pagano 2, Sabetta.

LUISS ROMA: Veccia 12, Miriello, Sorrentino, Scuderi 17, Bristot, Sanguinetti, Di Fonzo 2, De Dominicis 10, Gebbia ne, Bonaccorso 14, Martone 14, Marcon 19

Fallisce la prima dell’anno la Al Discount Venafro, contro quella stessa Luiss che nella prima di campionato si era portata avanti solo nell’ultima frazione di gioco, complici le assenze di Laguzzi e Tamburrini.

Al Pedemontana invece sembra non esserci storia. I venafrani restano in scia solo nei primi quindici minuti, per poi cercare troppo debolmente di risalire e ribaltare il risultato.

L’atletismo e l’energia dei capitolini, Marcon e Scuderi su tutti, affossa qualsiasi tentativo dei padroni di casa di portarsi avanti. Il tiro dall’arco dei 3 punti è fatale nella prima metà, perché dà ritmo agli avversari e tiene la Dynamic a debita distanza.

Con quattro elementi del quintetto in doppia cifra (Laguzzi 15, Rossi 12, Rinaldi 14, Tamburrini 13), i venafrani pagano comunque le rotazioni troppo corte, tenendo conto anche  dell’assenza di Cancelli e di un Sabetta non ancora pronto al rientro.

Si chiude con un passivo di -18 la  prima del girone di ritorno per coach Mascio, che in settimana dovrà preparare un’altra partita impegnativa con Salerno.

Il campionato entra ora nella fase più saliente, per cui ogni gara diventa decisiva ed ogni passo falso può costare il doppio.

Le prossime settimane saranno cruciali per capire quale direzione imboccherà la stagione della Dynamic.

Commenta
(Visited 54 times, 1 visits today)

About The Author