L’under 18 parte con il piede giusto: 3 su 3 e punteggio record nel derby irpino

Se le leonesse ruggiscono, le leoncine non sono da meno. Le ragazze dell’under 18, guidate da Iris Ferazzoli e Valentina Calandrelli hanno iniziato nel migliore dei modi il loro campionato. Nelle prime tre giornate del girone A campano sono arrivati altrettanti successi. Roboante l’ultimo conquistato ieri sera al Pala Cardito contro la Nuova Pallacanestro Avellino: 103-11 il finale. Brillante anche l’esordio contro la Meo Martini Benevento (44-22) e soprattutto la vittoria esterna a Salerno (49-53) nella seconda giornata.

IL TRISValentina Calandrelli fa una disamina precisa di questo avvio di stagione: “La prima gara contro Benevento, formazione con un paio di buone individualità, ci ha permesso di rompere il ghiaccio. Bisognava amalgamare i nuovi innesti, migliorare il timing, le spaziature e dare concretezza alle nostre regole difensive. Salerno è stato il primo vero test. Squadra più intensa ed organizzata: ci è servita per prendere consapevolezza dei nostri mezzi e dello spirito di squadra. Tutto ciò, insieme ad una difesa più efficace e ad un buona condizione fisica, ci ha fruttato il parziale decisivo di 18 a 5 nell’ultimo quarto. Nel match contro Avellino abbiamo lavorato su varie situazioni offensive e difensive, dando spazio a tutte le giocatrici”.

IL ROSTER – L’osmosi con la prima squadra è costante per le gemelle Mariafrancesca e Annabella Falanga, per Ilaria Cifaldi e Polina Chelenkova. Sono loro insieme ad Alessandra Caccavo a costituire lo starting five. Ad esse si aggiungono il capitano Alessia Scrima, Annachiara Ucci, Benedetta Cifaldi, Manuela Perrino, Marianna Corsano, Sara Russolillo, Alessia Scrima, Erica Zucchini, Martina Mattera. Sono ben quattro le under 16 del gruppo: Perrino, Benedetta Cifaldi, Corsano e Zucchini. “Tutte danno sempre il loro contributo in un’ottica di crescita di ogni singola atleta. Cosi come le sorelle Falanga, Chelenkova ed Ilaria Cifaldi proseguono il loro percorso di formazione essendo parte attiva anche del roster della serie A. Poi ci sono ragazze che fanno veri e propri sacrifici viaggiando in settimana per raggiungerci in palestra. Parlo di Caccavo e Zucchini da Foggia, di Ucci da Benevento. Sacrifici che per la verità stanno portando dei buoni frutti”.

GLI OBIETTIVI – “Questa under 18 è un bel gruppo. Lavorano, sono umili ed operaie. Sono il prototipo della squadra che mi piace allenare. Certo ora verrà la partita che conta contro Battipaglia (mercoledì prossimo alle 20.45 al Pala Zauli) che sicuramente metterà in mostra il nostro reale valore. Credo che il movimento ad ariano stia crescendo. Cerchiamo di migliorare nel quotidiano ogni singola giocatrice. Non ha senso vincere una partita se non si ha l’obiettivo di formare delle future cestiste”.

LA FORMULA – Ariano chiuderà il girone di andata con il match casalingo contro Capaccio (4 dicembre ore 17). Al termine del girone di ritorno le formazioni dei due raggruppamenti campani (A e B) saranno tutte ammesse alla seconda fase in cui sono previsti due gironi (C e D) così suddivisi:

Girone C: 1A, 2B, 3B, 4A, 5A, 6B

Girone D 1B, 2A, 3A, 4B, 5B, 6A

Si incontreranno in gare di andata e ritorno solo le squadre non incontratesi nella prima fase, mentre le squadre già affrontatesi nella prima fase conserveranno i punti ottenuti negli scontri diretti. Le prime due di ogni girone si affronteranno poi nel concentramento finale. Quasi certamente le prime due accederanno al concentramento interzonale e/o allo spareggio. La finali nazionali sono in programma dal 15 al 21 maggio.

In Campania le favorite sono Battipaglia e Napoli. Coach Calandrelli non fa pronostici, ma si augura che ariano possa dire la sua: “Le ragazze sono concentrate a fare ogni volta meglio e voglio che mantengano questa mentalità partita dopo partita”.

 

Fonte: www.basketariano.it

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author