Maddalena Vision, contro La Spezia non basta il cuore

Seconda sconfitta consecutiva per la Maddalena Vision che cede 56-68 all’imbattuta La Spezia nonostante una prestazione grintosa, per tutta la gara in partita seppur alla rincorsa.

L’inizio di La Spezia è subito bruciante e porta la firma di Lauma Reke, otto punti nel parziale che porta subito avanti le ospiti (2-8). La squadra ligure vola sul +11: prova a svegliare la squadra di casa l’ex dell’incontro Giulia Manzotti con cinque punti di fila per il 9-15, la segue poco dopo Bungaite con altri due punti. Una giocata da circo di Corradino ristabilisce le distanze sul’11-18 alla fine del primo periodo.

Aprono le ostilità nel secondo parziale Costanza Verona in contropiede e Lauma Reke nel pitturato. Un canestro più fallo di Ermito carica la Maddalena Vision, ma Granzotte e Reke ricacciano subito indietro le palermitane che ripiombano sul -11 (17-28), costringendo al timeout coach Musumeci. La squadra di casa riesce a rimanere in partita mandando le avversarie in bonus e lucrando punti sui tiri liberi, ma il margine a metà partita è ancora molto favorevole alle spezzine, avanti 26-36 nonostante il buzzer beater di Aleo.

Un canestro dalla media di Riccardi, una grande stoppata di Verona su Alesiani e una super linea di fondo di Bungaite caricano la Maddalena Vision che con grande sforzo si porta sul 30-36. Le palermitane giocano con gran cuore e anche il PalaMangano s’accende: spegne gli entusiasmi Costa con la tripla del 38-48. Lo scarto di dieci punti rimane anche alla fine del terzo quarto quando il punteggio è 40-50.

Il quarto periodo è aperto da una tripla di Elena Riccardi, ma Granzotto con uno spettacolare and one ristabilisce le distanze subito dopo. La stessa 11 bianconera si ripete poco dopo in contropiede: di seguito serie di grandi giocate tra la tripla di Costanza Verona, quella di Alesiani e un bel gioco da tre punti di Ferretti. La Maddalena Vision no riesce però a colmare quello svantaggio, quella decina di punti di scarto che per tutta la partita rappresentano una montagna da scalare per Palermo. Finisce 56-68 per le spezzine, dopo 40′ intensi e molto fisici.

Maddalena Vision Palermo-Carispezia La Spezia 56-68

Maddalena Vision Palermo –  Aleo 4 (2/2, 1/3, 1/5), Ferretti 13 (7/7, 3/6, 0/1), Manzotti 9 (4/4, 1/6, 1/9), M. Verona (0/2), Riccardi 14 (3/4,4/5, 1/5); C. Verona 6 (1/2, 1/4, 1/3), Bungaite 8 (2/6, 3/9), Ferrara, Ermito 2 (0/1, 1/1, 0/1), Tennenini. All. Musumeci, Vice: Avellone.

(T2: 14/36, T3: 3/21, Rimbalzi: 36, Recuperi: 15, Perse: 21, Assist: 10, Valutazione: 46)

Carispezia La Spezia–  Granzotto 14 (5/6, 3/8, 1/5), Reani 7 (2/2, 1/3, 1/1), Costa 1 (1/2, 0/2), Linguaglossa 5 (3/4, 1/2, 0/7), Reke 26 (6/8, 7/13, 2/4); Corradino 3 (1/1, 1/3, 0/1), Alesiani 10 (2/2, 1/2, 2/4), Caldaro 2 (1/2), Aldrighetti ne, Valente ne. All. Corsolini.

(T2: 15/35, T3: 6/22, Rimbalzi: 33, Recuperi: 10, Perse: 23, Assist: 10, Valutazione: 60)


Arbitri – Francesco Praticò di Reggio Calabria e Giuseppe Scarfò di Palmi (Reggio Calabria).
NOTE
Parziali: 11-16, 15-20 (26-36), 14-14 (40-50), 16-18 (56-68).
Falli: Maddalena Vision 25 – La Spezia 21. Tiri liberi: Maddalena Vision 19/26 – La Spezia 20/25.
Top statistiche Maddalena Vision: Rimbalzi Riccardi 10, Recuperi Manzotti 3, Valutazione Ferretti 19, OER Ferretti 0,96.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author