Maddaloni festeggia a Fondi dopo due overtime

Virtus Fondi- Pall. San Michele Maddaloni 78-80

Parziali: 21-15; 32-20; 45-41; 66-66; 69-69.

Fondi: Avallone n.e., Romano 15, Myers 11, Fontana 8, Lilliu 21, Biordi 4, Di Giacomo 8, Di Marzo, Di Manno, Luzza 11, All. Di Fazio.

Maddaloni: Ragnino 4, Listwon 5, Caceres 21, Desiato 21, Marini, Rubbera 7, Garofalo 6, Rusciano 8, Pascarella n.e., Florio 8, All. Monda, Ass. Palmisani, Ass. De Maria.

Arbitri: Edoardo Gonella di Genova (GE) e Giulio Giovannetti di Rivoli (TO).

La Pallacanestro San Michele Maddaloni conquista una pazzesca vittoria a Fondi dopo una partita che si è protratta per ben due tempi supplementari. Match sofferto, tirato, che ha visto i biancazzurri inseguire per tutto il primo tempo, e recuperare senza riuscire a trovare la zampata vincente nella ripresa. Nell’overtime poi, è mancato quel cinismo per chiudere la gara, ma alla fine ciò che più conta sono i due punti incassati.

L’inizio di gara è di marca locale, con Fondi che prova a scappare sul 9-4 al 4′. Maddaloni è troppo macchinosa in attacco, si fa impensierire dalla difesa a zona schierata dai padroni di casa, e soprattutto tira a salve pur provando spesso la conclusione dalla lunga distanza, forse memori della prova balistica di tre giorni prima contro Palermo. La bomba di capitan Garofalo apre un parziale che prosegue con il piazzato di Caceres ed il contropiede di Rubbera, che portano il punteggio in parità (11-11). Fondi è brava però a correre il campo e a trovare addirittura il +10 che costringe coach Monda a chiamare timeout. Al rientro i maddalonesi piazzano un break di 4-0 grazie anche al canestro sulla sirena del quarto di Ragnino.

Nel secondo periodo Fondi continua a pigiare sull’acceleratore, tenendo alti i ritmi della partita. Maddaloni fa l’errore di correre appresso agli avversari e così dopo il canestro di Florio si susseguono una serie di attacchi poco brillanti e piuttosto confusionari. Per fortuna la difesa biancazzurra riesce a sporcare diversi palloni pur concedendo qualcosa a rimbalzo. I locali continuano così a condurre nel punteggio, ma la partita è piuttosto brutta, coach Monda sbraita dalla panchina e quando si arriva al 15′ sul parziale di 25-19 il collega pontino chiama un minuto di sospensione che per quello che si stava vedendo in campo sembra quasi un timeout tecnico. Si continua a segnare con il contagocce, si commettono tanti errori, e soprattutto ci si innervosisce molto da entrambe le parti, anche se Fondi può sorridere visto che va al riposo lungo con ben dodici lunghezze di vantaggio.

Al rientro dagli spogliatoi Maddaloni piazza un veloce 4-0 di parziale con Rusciano e Caceres che arrivano al ferro. Come un boomerang però, sull’ennesimo fallo non visto sotto canestro, a Rusciano viene fischiato tecnico per proteste e Fondi ne approfitta per infilare il break che gli consente di andare avanti 38-24 al 25′. I biancazzurri continuano a recuperare palloni anche grazie a Florio, che in attacco insacca una tripla importante che riporta a contatto la sua squadra (41-35 al 27′). Il fallo e canestro di Caceres e la successiva rubata di Desiato che s’invola in contropiede valgono il -2 (43-41) anche se Fondi realizza proprio sul fischio della sirena.

Il piazzato di Rubbera e la penetrazione di Desiato valgono la parità a quota 45 ad inizio ultima frazione. Fondi replica subito e da lì in poi inizia un’altalena che vede Maddaloni sempre inseguire, di quattro e due punti. Il divario resta tale per quasi tutto il periodo finché i padroni di casa non cercano l’allungo deciso a tre giri di lancette dalla fine: 58-52. Partita in dirittura d’arrivo? Neanche per idea. Caceres realizza due canestri in isolamento e riporta i maddalonesi sul -2 (60-58 a 1’17” dalla fine). Gli ospiti hanno avuto anche la bomba del possibile sorpasso a 40″, e su quell’errore inizia la processione dalla lunetta. Lilliu è freddo (4/4), Romano no (1/2). Dall’altra parte sale in cattedra Desiato che segna in penetrazione, spreca un libero (1/2) ma poi manda la partita all’overtime realizzando la tripla quasi a fil di sirena.

Nel primo tempo supplementare la tensione si taglia con il coltello, ed anche per questo si sbaglia tantissimo. Il San Michele passa per la prima volta in vantaggio grazie all’1/2 di Desiato dalla linea della carità, e poi raggiunge il +3 (66-69) in virtù del 2/2 di Caceres al 43′. Fondi non ne ha più ma a causa dei tanti attacchi sprecati dagli avversari a 25″ dal termine rischia di andare nuovamente sopra, cosa che non succede perché Luzza fa 1/2 ai liberi (69-69). Maddaloni gioca l’ultimo possesso e purtroppo l’arresto e tiro di Caceres dai cinque metri non trova il fondo della retina: secondo overtime.

Il secondo supplementare vede Fondi affondare subito il colpo involandosi sul 74-69. Maddaloni si aggrappa letteralmente alla partita, ritrovando la parità grazie al canestro di Rusciano ed alla bomba di Florio (74-74 al 47′). Fontana, con due triple in questo periodo, vuol diventare il protagonista, ma ancora Rusciano dalla lunetta ricuce sino al -1 (77-76). I maddalonesi difendono bene e recuperano il pallone che dopo un’ottima circolazione di palla permette a Rubbera di infilare il canestro vale il nuovo sorpasso. Fondi trova il pareggio dalla lunetta, ma a 9″ la perla è di Desiato che disegna il tracciante dai quattro metri che vale la vittoria. L’ultimo tentativo pontino, infatti, non va a buon fine.

Giovanni Bocciero

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author