Maddaloni perde a Viterbo crollando nel finale

Stella Azzurra Viterbo- Pall. San Michele Maddaloni 79-63
Parziali: 20-18; 37-35; 58-47.
Viterbo: Peroni 18, Cianci 4, Mathlouthi 10, Marsili 17, Giancarli 5, Ndiaye, Meroi, Rovere 11, Casanova, Marcante 14, All. Fanciullo, Ass. Cardoni, Ass. Balestrino.
Maddaloni: Ragnino n.e., Mandato n.e., Piscitelli 9, Caceres 16, Desiato 11, Marini, Garofalo 3, Rusciano 4, Chiavazzo 20, Florio, All. Monda, Ass. Palmisani, Ass. De Maria.
Arbitri: Matteo Spinelli di Roma (RM) e Lorenzo Lupelli di Aprilia (LT).

Cronaca: La Pallacanestro San Michele Maddaloni esce sconfitta anche dal complicato parquet di Viterbo dopo aver disputato un primo tempo di grande consistenza, tenendo anche il naso avanti nel punteggio. Nella ripresa invece si è vista la brutta copia dei biancazzurri che hanno mostrato il fianco agli avversari, e questi ovviamente non si sono fatti minimamente pregare prima di affondare con molta decisione i denti alla giugulare dei viandanti.
Coach Giovanni Monda ripropone anche per la gara di Viterbo il quintetto alto, con Caceres schierato da ala piccola e la coppia Piscitelli e Rusciano che danno peso e centimetri nel pitturato. Backcourt invece composto dalla consolidata ed efficiente coppia Desiato e Chiavazzo. I primi minuti vedono Maddaloni sbagliare tanto al tiro, ma allo stesso tempo sfruttare a dovere gli errori dei padroni di casa. Le squadre si equivalgono sul rettangolo di gioco ed anche il risultato è fermo il più delle volte sulla parità (8-8 al 5′). Il pallone circola abbastanza bene su ambedue le metà campo, e questo permette a quasi tutti gli effettivi di realizzare o quantomeno di tirare. Il primo vero allungo è dei biancazzurri che scollinato il 7′ firmano il canestro del 14-10. I ritmi di gioco sono veloci, questo spesso denota un po’ di confusione, ma con un break di 8-0 la formazione della Tuscia ribalta il risultato riuscendo poi a chiudere il primo quarto avanti di due lunghezze.
Nel secondo quarto continua questa sorta di botta e risposta tra le due formazioni, anche se i primi minuti sono tutti a favore dei viandanti che con un parziale di 6-0 si portano sul 24-20 con “Cacio”Caceres protagonista. Viterbo fa fatica a segnare, sparacchia da tre punti anche se riesce a prendere qualche buon rimbalzo offensivo. Il primo canestro del secondo quarto arriva precisamente al 14′, e non poteva essere che una tripla a spezzare l’incantesimo. Maddaloni però spinge sull’acceleratore e raggiunge anche i sette punti di vantaggio sul 34-27 grazie ad alcuni viaggi in lunetta di Francesco Chiavazzo. I locali comunque non demordono, si rimboccano le maniche, riducono il gap e proprio nel rush finale del primo tempo trovano il canestro del sorpasso sul 37-35.
Al rientro dagli spogliatoi, sulla falsariga di come si erano conclusi i primi 20′ dell’incontro, è ancora Viterbo che trova con grande continuità il fondo della retina mettendo a segno un parziale di 7-0 che permette di sfiorare la doppia cifra di vantaggio sul 44-35 dopo appena 1’30” di gioco. I maddalonesi sono bravi a reagire e a rintuzzare sino al meno cinque, ma questa fase della partita procede a singhiozzo con il divario che si allarga e si accorcia come una fisarmonica. Il San Michele purtroppo fatica a trovare delle conclusioni dalla media e lunga distanza che centrino il bersaglio e questo va tutto a favore dei padroni di casa che raggiungono anche il massimo vantaggio sul 58-45 a 2’30” dall’ultimo pit-stop.
Anche la quarta frazione vede nuovamente Viterbo partire con maggiore energia ed incisività. L’attacco biancazzurro per oltre 5′ va in affanno e non riesce in alcun modo a muovere il proprio punteggio, con le percentuali al tiro che precipitano inesorabilmente. Gli avversari sono bravi a gestire il vantaggio e a colpire con costanza arrivando a toccare addirittura i venti punti di vantaggio sul 74-52 al 36′. Maddaloni scompare pian piano dal campo e così gli ultimi minuti della partita sono di pura accademia per i padroni di casa con gli ospiti che sono costretti a rimandare ancora una volta l’appuntamento con il primo successo stagionale.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author