Il Magic Chieti cambia faccia, entrano nello staff societario Maurizio Formichetti e Giacomo Rossi

La Magic Chieti è lieta di annunciare l’ingresso nei propri quadri societari di due grandi protagonisti dello sport teatino, Maurizio Formichetti e Giacomo Rossi. destinati ad occupare due ruoli chiave all’interno del nuovo organigramma: Maurizio Formichetti è da oggi il nuovo General Manager della squadra, Giacomo Rossi, invece, assume il compito di supervisore organizzativo del settore giovanile, da sempre fiore all’occhiello della società neroverde.

“Pochi sanno che sono tra i soci fondatori di questa società. – ha dichiarato Maurizio Formichetti – D’altra parte i miei plurimi impegni nel mondo del ciclismo, non mi avevano finora mai permesso di avere un ruolo attivo all’interno del quadro societario. Oggi, però, non posso sottrarmi all’invito dei soci del direttivo e del presidente Enzo Milillo, che vogliono, in questa stagione, dare un ulteriore sviluppo ad un progetto che che negli anni si è progressivamente ingrandito e che richiede un impegno organizzativo sempre più complesso. Lavorare per la pallacanestro di Chieti, soprattutto per dare solidità al nostro settore giovanile, portando sempre più ragazzi a praticare questo sport bellissimo, mi riempie d’orgoglio e mi spinge a moltiplicare il mio impegno di sportivo e di dirigente. Sono certo che questa società possa essere aggregativa di tutte le migliori risorse di questa città. La strada da percorrere è questa, canalizzare questo rinnovato entusiasmo in un progetto serio e duraturo”.

“Sono sinceramente felice di entrare a far parte di una società seria come la Magic” Con queste parole Giacomo Rossi, bandiera storica del basket teatino, ha voluto suggellare ll suo ingresso nella famiglia neroverde. “Questa società – ha poi continuato – oggi è chiamata a rappresentare a pieno titolo Chieti nel panorama della pallacanestro nazionale e. pertanto, l’invito di Enzo Milillo, che ringrazio sentitamente, mi ha riempito d’orgoglio. La storia dello sport a Chieti è in larga parte la storia della pallacanestro, io, che ho fatto parte di questa storia, sento, personalmente, la responsabilità di difendere questo patrimonio e se possibile di contribuire con il mio impegno a farlo crescere. Tutti sanno che da qualche anno avevo abbandonato la pallacanestro, Una lontananza, dico la verità, che incominciava a pesarmi molto, avendo dedicato tutta la mia vita a questo sport, prima da giocatore e poi sia da allenatore che da dirigente. Torno quindi con un entusiasmo rinnovato, ho fame di pallacanestro e credo nel progetto della Magic, un progetto che guarda al futuro e che punta sui giovani. Il mio contributo operativo sarà esclusivamente di natura dirigenziale, nella speranza che la mia esperienza possa aiutare questa società a crescere e a ingrandirsi”.

Commenta
(Visited 51 times, 1 visits today)

About The Author