Magika Alfagomma - Meccanica Nova Bologna 40-47

Bologna ferma la corsa della capolista e si aggiudica il derby di ritorno

“1-1 e palla al centro”. Con questo spunto calcistico si potrebbe riassumere la situazione tra Castello e Bologna, ed il derby di ritorno conclusosi da pochi minuti. La Meccanica Nova passa con il finale di 40-47 sul campo del PalaFerrari e riesce a fermare la corsa della capolista che prima delle rossoblù era arrivata alla ragguardevole striscia di 12 successi consecutivi. Una vittoria che premia la tenacia delle ragazze di coach Lolli, il lavoro e la preparazione di atlete e staff ad una gara che metteva in palio oltre che l’onore di campanile, anche la possibile prima posizione.

Rapido flash back. A novembre nel derby di andata Castello si era imposta 51-58 ed ora con analogo +7 Bologna pareggia i conti. L’Alfagomma è avanti di due lunghezze (24 punti a 22), ma la Libertas ha già osservato il turno di riposo. Il pallino della vetta resta in mano alle castellane, ma Bologna è subito dietro, l’ipoteca sulla seconda posizione matematica è ora ad un passo (2-0 su Ariano) e già sabato potrebbe sancirlo anche la matematica.

Il giorno dell’Epifania porta con se un pomeriggio di pallacanestro femminile di alto livello con il match prima/seconda nel Girone C ed un derby che fa registrare ancora una volta una cornice di pubblico che più spesso tutte le giocatrici meriterebbero. Pubblico rumoroso, ma impeccabile, le tribune del PalaFerrari sono colme di sincero entusiasmo e grande tifo. La metà assegnata a Bologna si riempe presto ed incita le ragazze rossoblù anche quando l’Alfagomma sembra avere il break a portata.

Pronti via ed è subito una tripla di Panella a far saltare in piedi il pubblico di casa; coach Lolli parte con D’Alie e Landi sul perimetro, Vian e Silva vicino a canestro e Cordola in ala. Cigliani infatti viene recuperata con un lavoro massiccio dello staff medico che lavora alacremente sulla caviglia dolorante dell’ala triestina, consentendole ben 17 minuti in campo, seppur non al meglio.

Seletti di contro mischia le proprie carte con Vespignani, Panella, Franceschelli, Martina Santucci e la croata Matic. Bologna resta in scia (14-13 al 10’) e anche quando Magika sembra poter andare via (27-21) accorcia con due liberi di Cordola (9pt + 10r) ben imbeccata da un paio di assist da Landi e D’Alie e va all’intervallo sul -4.

L’Alfagomma deve fare i conti con i falli di Matic (11pt + 7r), ma trova subito buone cose dall’ultima arrivata Brunetti (6pt + 13r) che in area fa valere braccia lunghe e atletismo. Nella ripresa serve qualcosa in più per Bologna per poter mettere la testa avanti. Si parte intanto dalla difesa. Entrambe le squadre sono molto attente e chiuse cercando di concedere il minimo alle avversarie. La Meccanica Nova riesce a tenere Castello a soli 4 punti, disinnescando con successo un backcourt pericoloso (Vespignani 3/17, Mariella Santucci 0/9, Ballardini 0/7) che all’andata aveva fatto male. Simona Ballardini non è al meglio, ma Bologna sotto tiene bene a rimbalzo, anche se qualche carambola offensiva di troppo è normale con la difesa a zona (15 offensivi concessi).

Serve una fiammata ed arriva da Francesca Santarelli. Prima con una tripla fallo e canestro dall’angolo, quindi ancora la guardia forlivese dal perimetro a toccare quota 11pt per una prestazione che alla fine farà la differenza. Capitan Landi 8pt + 6r lotta a rimbalzo, Rae Lin D’Alie trasforma dalla lunetta con medesime cifre (8pt + 6r) e Bologna va verso la linea del traguardo. Menzione di giornata per Gloria Vian (9pt + 9r) non era facile stare dietro ad avversarie molto dinamiche, ma nel finale due canestri piazzati della lunga veneziana sono ossigeno puro.

Nel finale lo staff prova anche a ribaltare la differnza canestri, ma ormai il cronometro è agli sgoccioli, così come le energie, entrambe le squadre hanno dato il massimo, con qualche acciacco a testa a pesare nelle percentuali e nella freschezza in campo. L’applauso collettivo premia tutti, il campo e due derby hanno dimostrato che le due squadre sono sulla buona strada e in piena corsa per tutti gli obiettivi. Ora un giorno di riposo per recuperare un minimo di energie, da giovedi si torna in palestra per preparare l’impegno successivo. Sabato arriva la Carpedil Salerno per il terzo incontro in sette giorni, il ruolino di marcia non fa sconti. Bologna farà di tutto per farsi trovare pronta, proprio come oggi.

Ufficio Stampa Libertas Bk Bologna
ufficio.stampa@libertasbologna.it

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author