Malloni Sant'Elpidio ko a Pescara ma le speranze playoff sono intatte

Amatori Pescara – Malloni Basket P.S. Elpidio 79-52

Parziali: 15-15, 37-26, 49-37
Arbitri: Borrelli e Di Martino

Amatori Pescara: Matteo Bini 21 (3/7, 4/5), Jacopo Valentini 16 (4/9, 2/2), Pasquale Battaglia 11 (1/2, 3/8), Andrea Grosso 11 (5/9, 0/0), Stefano Rajola 10 (1/3, 2/7), Paolo Pelliccione 10 (5/6, 0/0), Andrea Capitanelli 0 (0/4, 0/0), Giandomenico Ucci 0 (0/0, 0/2), Stefano Tagliamonte 0 (0/1, 0/0), Simone Pepe 0 (0/0, 0/0). All.re Salvemini

Malloni Basket P.S. Elpidio: Stefano Cernivani 12 (1/2, 3/7), Mirko Romani 12 (4/6, 1/4), Fabrizio Piccone 10 (2/4, 1/6), Simone Fiorito 8 (1/2, 2/4), Antonio Brighi 5 (0/5, 1/8), Adem Catakovic 2 (1/2, 0/0), Matteo Trovato 2 (1/2, 0/0), Alberto Cacace 1 (0/3, 0/1), Matteo Cernivani 0 (0/1, 0/1), Niccolò Balilli 0 (0/0, 0/0). All.re Domizioli

PESCARA – Nulla da fare per la Malloni che a Pescara cede 79-52 contro la più quotata Amatori e scivola in ottava posizione complice la vittoria di Senigallia a Monteroni. Non tutti i mali vengono però per nuocere perché restano quattro le lunghezze di vantaggio sul nono posto occupato dai Crabs Rimini usciti sconfitti dal match di Ortona. Pertanto tutto è ora nelle mani della Malloni che sabato prossimo alle ore 18.00 riceverà al Palas di Via Ungheria il Cus Jonico Taranto: con una vittoria Romani e compagni si assicurerebbero la post season.
La gara del Pala Elettra ha avuto poco da dire a parte un primo quarto condizionato dal primo caldo di stagione e con due squadre che hanno commesso molti errori dando vita ad una gara non bella. Il 15-15 della prima sirena tiene in partita una Malloni brava a sfruttare la fisicità di Romani mentre Pescara con ai box Pepe e Di Donato trova in Bini il giocatore dalla mano calda. Il break decisivo viene scavato nei secondi dieci minuti quando le amnesie in attacco dei biancoazzurri vengono punite sistematicamente da un Amatori concreta seppur non brillantissima.
L’intervallo lungo cambia di poco gli equilibri di una gara che vive di sprazzi, Pescara è più lucida e grazie ad un roster più esperto non fatica a gestire un vantaggio che resta sulla doppia cifra (49-37 al 30’). In apertura di ultimo quarto l’allungo che sa di resa per Romani e compagni: bomba di Valentini a cui segue quella di Battaglia e notte fonda per la Malloni che chiude 79-52.
Per sbancare Pescara serviva un’altra impresa stile Montegranaro, così non è stato ma poco male perché complice il ko di Rimini la Malloni è padrona del proprio destino. Serviranno due punti sabato contro Taranto ed il sogno playoff diventerà realtà.

fonte: Area Comunicazione Malloni Basket P.S.Elpidio

Commenta
(Visited 17 times, 1 visits today)

About The Author