Mamy Oleggio, stop contro Monsummano

Terza giornata di campionato, purtroppo terza sconfitta per gli Squali, che al PalaNovarello contro Monsummano subiscono un ko di 60-87. La tenacia in avvio non è rimasta per tutti e quaranta i minuti. Sconfitta sì, ma anche l’occasione per resettare e voltare pagina e costruire qualcosa di importante che gli Squali a tratti hanno già saputo dimostrare.

Mamy in campo con Resca, Coviello, Crsuca, Ferrari e Paesano, dall’altra parte Tempestini, Petrucci, Maggiotto, Giarelli e Sgobba. Dopo il primo minibreaak 0-3 di Sgobba, Paesano da sotto si fa subito sentire e porta Monsummano al primo time out (9-8). Serrata in difesa, la Mamy mantiene il divario fino al 19-16, quando Giarelli con tiro e fallo subito pareggia e Maggiotto dall’arco supera. Si chiude 20-26.

Monsummano rientra con maggiore pressione e la Mamy subisce, tanto che Tommei porta subito al 20-30 i suoi, dal post basso Giarelli è una spina per gli Squali (28-39) e Tempestini accentua (30-45). La via del canestro è sempre più faticosa da trovare, Crusca da tre dà una speranza, ma si va all’intervallo lungo 33-49.

Al rientro non è la Mamy dei due match precedenti e le due triple di Resca non aprono la strada in discesa; è ancora Giarelli a imprimere il suo gioco da sotto, toccando prima il 38-54 e poi il 40-58. I tanti errori dall’arco e i rimbalzi difensivi sono occasione ghiotta per le transizioni toscane e prima Tommei, poi Sgobba chiudono la terza frazione (48-68).

Il quarto periodo è ancora appannaggio degli avversari, Sacco segna i primi due dalla lunetta, ma dall’altra parte risponde subito Sgobba e poi ancora Giarelli. Gli Squali perdono lucidità e trovano poche realizzazioni felici; Tempestini e Giarelli annientano definitivamente i sogni biancorossi: 60-87.

Mamy.eu Monsummano: 6087 (20-26; 33-49; 48-68)

Mamy.eu: Resca 10, Ferrari 5, Coviello 11, Crusca 10, Paesano 15, Sacco 5, Lenti 2, Okeke 2, Gallinari, Remonti. All. Mosi

Monsummano: Tempestini 8, Petrucci, Maggiotto 11, Giarelli 27, Sgobba 25, Tommei 16, Pellegrini, Del Frate, Sene, Morini. All. Niccolai

Ecco i commenti in casa Mamy al termine della terza sfida di campionato, seconda casalinga, costata la sconfitta contro Fabiani Gioellerie Monsummano 60-87.

Il coach Marco Mosi: «Credo che, per un motivo o per un altro, avessimo bisogno di uno shock emotivo, oggi sicuramente è arrivato e non ci sono da assegnare né colpe, né responsabilità, ma abbassare la testa e continuare a lavorare, ma non perché finora abbiamo lavorato male, semplicemente perché abbiamo bisogno di cementificare le nostre certezze che sono diverse da quelle viste oggi. Lo shock emotivo ci deve far reagire, non credo ci siano altre soluzioni, dalla prossima partita, che sarà oltretutto un derby, ci presenteremo in modo completamente diverso».

Il commento del presidente Mauro Giani: «La squadra, a parte i minuti iniziali, ha fatto veramente fatica, spero che questo pesante stop serva a far credere ai ragazzi che devono cominciare a dare ancora di più di quello che già stanno facendo, a partire da subito, con le prossime due sfide che sono alla nostra portata; complimenti a Monsummano che ha fatto una partita quasi perfetta con altissime percentuali. Dobbiamo partire da questa sconfitta, la terza, il campionato è ancora lungo anche se sicuramente questo è un risultato che per il morale non fa bene, ma allo stesso tempo deve costituire po’ una svolta, bisogna crederci, tutti quanti insieme, fino all’ultimo, crederci e andare avanti, perché stiamo lavorando bene, dalla prossima partita si rimette in gioco tutto»

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author