Sodini amaro dopo Cremona-Cantù: "Troppo arrendevoli in difesa"

LE PAROLE DI COACH MARCO SODINI DOPO CREMONA-CANTÙ

Dopo i successi contro Capo d’Orlando, Brindisi e Sassari, la Red October Cantù si vede interrompere una striscia di tre vittorie consecutive dalla Vanoli di coach Romeo Sacchetti. Brianzoli sconfitti al “PalaRadi” di Cremona nel diciassettesimo turno del campionato di Serie A PosteMobile, 109 a 100 il finale. Di seguito le parole di coach Marco Sodini in sala stampa:

«In questa partita non c’è un colpevole. Abbiamo fatto fatica a trovare il ritmo difensivo. Credo che, ad un certo punto, il nostro nervosismo per dei contatti non fischiati sia stato più una frustrazione dovuta al non riuscire a fare cose che solitamente riusciamo a fare. Non siamo mai riusciti ad arginare Martin e abbiamo fatto diversi errori nei cambi sistematici, lasciando in alcune situazioni tanto spazio ai loro tiratori quando dalla zona passavamo ad uomo. Venivamo da tre vittorie consecutive, dunque, non facciamo drammi per questa sconfitta, abbiamo perso contro una squadra che ha vinto cinque delle ultime sei partite, direi che stasera è una cosa che ci può stare uscire sconfitti dal “PalaRadi” di Cremona.

Tuttavia, non mi è piaciuto lo spirito di arrendevolezza che ha avuto in difesa la mia squadra. Faccio i miei complimenti alla Vanoli, complimenti di cuore perché la loro pallacanestro mi piace davvero tanto. È diversa dalle altre, magari meno strutturata ma riesce a trovare sempre protagonisti diversi, un basket che vorremmo fare anche noi. Non posso fare finta comunque che gli infortuni non abbiano inciso sulla nostra gara, anche se nel corso di una stagione sono cose che possono capitare alle squadre di pallacanestro».

Commenta
(Visited 33 times, 1 visits today)

About The Author