Martina Franca: coach Russo “Un cuore grande quanto la città”

DueEsse. “Un cuore grande quanto la città”

Il Pescara “rallenta” la cavalcata della DueEsse. Coach Russo. “beffati da episodi, ma siamo in piedi. Più carichi e positivi che mai”

 

Martina Franca – Non si può dire che non ci abbia provato. Anzi. La DueEsse esce dal PalaElettra senza i due punti, ma tra gli applausi del pubblico e i complimenti della dirigenza abruzzese, sempre  cordiale e molto ospitale.

Una gara al cardiopalma, di quelle che ormai siamo abituati a vedere da inizio del campionato e che si decide soltanto all’ultimo secondo, con l’ultima palla. “Sapevamo di incontrare una squadra molto forte sulla carta – ha  affermato coach Russo – e molto bene allenata da coach Salvemini al quale faccio i miei complimenti. Abbiamo interpretato bene il piano partita, ma non per tutti i 40 minuti, l’avversario, più esperto, speculare rispetto a noi. ha saputo colpire la nostra debacle sul finale. Buona la difesa, siamo stati arginati in fase offensiva nel finale”. Una sconfitta che scalfisce ma non taglia. “resta l’amarezza per alcuni episodi interpretati a sfavore, che ci ha sicuramente penalizzati, ma questo non è un alibi perché dovevamo essere più bravi di loro, forse più freddi, a gestire gli ultimi scampoli di gioco”. Calendario in salita per la DueEsse, Palermo prima, Agropoli poi anche se, come più volte ribadito da coach Russo “e’ un campionato per nulla scontato e ogni gara va presa con le dovute distanze. Comunque si chiami”. La certezza però, ed è un dato tutt’altro che irrilevante, è che coach Russo potrà contare su una squadra al completo, dopo l‘esordio molto positivo della guardia argentina Marchisio. “ Gli avversari vanno tenuti a distanza, con il massimo rispetto per tutti;  siamo abituati a pensare ad una gara alla volta. Da domenica ci aspettando appuntamenti di fuoco, due tra le 4 squadre più forti, sulla carta, del girone. Tenuto conto del ritardo della preparazione e i pochi minuti nelle gambe, Marchisio ha già dato dimostrazione di essere importante per la squadra: è stata una boccata di ossigeno per le rotazioni, aspettiamo che entri al 100% nel ritmo partita e darà un validissimo contributo al raggiungimento del nostro obiettivo, che, ricordiamolo, resta la salvezza”.

Da dove partirà quindi, coach Russo, per la partita contro la prima della classe Palermo? “Da concentrazione e attenzione, responsabilità individuale e di squadra. Sono caratteristiche dalle quali non dobbiamo mai prescindere. E io ho fiducia nei miei ragazzi perchè hanno dimostrato ancora una volta, contro un “gigante” come Pescara, di avere un cuore grande quanto la città”.

 

 

 

Ufficio Stampa DueEsse Basket Martina

Dott.ssa Veronica Fumarola

Dott. Andrea Semeraro

Commenta
(Visited 14 times, 1 visits today)

About The Author