Mastria Vending Catanzaro, seconda vittoria consecutiva contro la Luiss Roma

Secondo successo consecutivo per la Mastria Vending Catanzaro che ieri ha battuto sul parquet di casa la Luiss Roma. Una gara carica di emozioni, quaranta minuti palpitanti durante i quali i padroni di casa hanno cercato di dimostrare a più livelli la volontà di conquistare due punti che, al pari di una diretta concorrente del campionato, significano molto per i ragazzi di coach Andrea Cattani e del suo staff. Una partita dai due volti per il roster giallorosso con una prestazione quasi perfetta nei primi due quarti fatti di ottime giocate sia a livello difensivo che offensivo, e con un conseguente ed evidente calo di intensità nei secondi venti minuti di gioco. Un proseguo sottotono che ha permesso anche agli ospiti di innalzare la pressione sugli avversari e di divenire così anche più incisivi sotto canestro. La Mastria, però, ha dato tanto, dimostrando, al di là anche della gara stessa di aver raggiunto già dei piccoli progressi. Vedi il ritorno in gran forma di Davide Naso , per lui 30 punti e prestazione eccellente o la crescita quotidiana degli altri ragazzi e l’abnegazione di una panchina “giovane” ma capace di dare, sempre, il suo contributo. Ma non solo, la maggiore maggiore tra i ragazzi e quel tocco di esperienza in più che si acquista, pian piano gara dopo gara, rappresentano sbocchi significativi per una formazione ancora nuova e, perciò, in un’iniziale fase di rodaggio. Tuttavia, anche il punteggio finale fotografa una gara che fino all’ultimo istante ha tenuto col fiato sospeso un Pala Pulerà abbastanza pieno che da vero trascinatore ha accompagnato i suoi ragazzi ad una vittoria molto importante e fondamentale anche da un punto di vista psicologico, con la presa di coscienza da parte della squadra giallorossa delle proprie potenzialità. Quella di domenica, poi, oltre al piano prettamente tecnico, ha giocato sulle emozioni di un ritorno a casa speciale per la Mastria Vending Catanzaro. Il roster laziale della Luiss, composto da ragazzi universitari provenienti da tutta Italia, vanta infatti tra le proprie fila l’ex capitano giallorosso, Andrea Scuderi, che ha seguito il match dagli spalti, colpa un piccolo infortunio che non gli ha permesso di giocare la sua prima gara da avversario contro la Planet. A Scuderi, la società giallorossa, ha simbolicamente voluto donare una targa ricordo,consegnata dal presidente Masciari e dal capitano Carpanzano. Il gesto, accompagnato da un lungo applauso che ha commosso tutto il pubblico presente, è stato emblema dell’atmosfera speciale che aveva animato i giorni precedenti alla gara.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author