Matteotti Corato, sabato sera al PalaAssi contro la Juvetrani

Ottava giornata di campionato in trasferta per la Nuova Matteotti Corato. I coratini faranno visita sabato sera alla Juve Trani in una gara che si presenta meno semplice del previsto. Atmosfera da derby quella che troveranno i ragazzi di Verile tra le mura del PalaAssi.

Dopo la Fortitudo Trani, ora tocca affrontare la seconda squadra della città della Bat, che al momento ha 6 punti in classifica, frutto di 3 gare vinte e 4 perse. Una squadra quella guidata da coach Antonio Marra che ha quattro elementi di spicco su cui fare affidamento, tutti arrivati quest’anno e tutti con circa 10 punti ed oltre di media nelle mani a partita.

Proprio uno di loro è una vecchia conoscenza della Matteotti, e cioè quel Samuel Egedi che l’anno scorso è stato protagonista in maglia biancoblu della cavalcata promozione. Il classe 1995 si è ben integrato ed è una delle frecce più acuminate nell’arco tranese, tanto da essere il miglior realizzatore della squadra con fin qui 167 punti realizzati. L’altra è il 23enne Fabio Galantino, arrivato da Mola e già tra i leader indiscussi della squadra. Completano il poker d’assi Luca Martignago e Travis Black, 28enne arrivato da Messina con sole 4 presenze in maglia tranese ma già un fattore per il gioco di Marra. Una squadra che può contare poi su un gruppo di validi giovani locali e che vanta una età media molto bassa per la categoria.

Nello scorso turno i tranesi hanno espugnato il PalaMarchiselli battendo Barletta a domicilio 83-85 mentre nell’ultima giornata casalinga hanno dovuto arrendersi al Mesagne, da cui sono stati sconfitti 61-71.

In casa Matteotti invece c’è grande tranquillità e fiducia ma anche tanta concentrazione in vista di una gara complicata. Archiviata con un bel successo la pratica Monopoli, il focus è ora sulla gara di sabato, da non sottovalutare o prendere sottogamba magari guardando la classifica.

“Non siamo nelle condizioni di poter prendere sottogamba nessun avversario, né tantomeno di sottovalutarlo o pensare che una gara sia facile o già vinta – fa sapere lo staff tecnico – Per noi tutte le gare sono importanti e in tutte le gare dobbiamo essere super concentrati, ben sapendo che ogni avversario dà sul parquet, proprio come facciamo noi, il 110% dal primo al 40esimo minuto di gioco. Dobbiamo entrare in campo concentrati, determinati, umili e fiduciosi nel nostro gioco e nei nostri mezzi, per evitare cali di tensione che fin qui hanno fatto capolino in qualche frangente dei nostri match. Sono situazioni su cui stiamo lavorando e che dobbiamo eliminare perché ci fanno spendere energie extra, fisiche e nervose. Trani è una signora squadra, con un roster giovane ed alcuni elementi di spicco. Giocano in casa, vengono dal bel successo esterno contro Barletta e vorranno continuare il loro momento positivo. Sarà una gara insidiosa, da prendere con le pinze. Dobbiamo essere bravi a giocare la nostra pallacanestro, non alimentare il loro entusiasmo e quello del loro pubblico e conquistare due punti importanti per il prosieguo del torneo”.

Un match da non sbagliare quindi per continuare a inseguire la capolista Cerignola e mantenere il passo anche dell’altra inseguitrice Molfetta, a pari punti in classifica coi coratini in attesa dello scontro diretto in programma tra qualche settimana.

Commenta
(Visited 22 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.