Matteotti, orgoglio e rimpianto: Pozzuoli vince all'esordio

L’orgoglio per aver tenuto testa ad una squadra più fisica e dalla panchina più profonda, il carattere per aver recuperato un parziale importante ed essere rientrati in partita infine il rammarico di aver sciupato una ghiotta occasione. Si potrebbe descrivere così l’esordio della Nuova Matteotti Corato nell’interzona interregionale dell’Under 18 d’Eccellenza: un match esaltante, equilibrato e dagli alti contenuti tecnici sul parquet. In buona sostanza, tutto come previsto.

 

LA CRONACA – Coach Gatta deve fare a meno dell’infortunato Scaringella e, complice i postumi influenzali di Mascoli, disegna un quintetto inedito con Gatta, Marcone, Di Tommaso, Riitano e Carnicella. La fisicità degli ospiti fa presagire una sfida incentrata nel pitturato e infatti l’avvio è in quella direzione: Riitano da una parte, il “colored” Ajayi dall’altra per il 9-5 al 3′. Lucci apre le danze, Gatta risponde colpo su colpo: nel mezzo, un piazzato di Carnicella e un contropiede di Marcone fissano il punteggio sul 19-12 al 7′. La seconda paletta alzata a Riitano fa riavvicinare Pozzuoli e lanciare nella mischia Mascoli che si iscrivi subito a referto: salgono vertiginosamente i ritmi e il 30-26 del primo quarto ne è l’immagine più nitida.

 

Gli ospiti decidono di cambiare difesa e passare a “uomo” mentre Gatta deve centellinare i suoi pivot data la situazione falli delicata. Luce, però, non fa rimpiangere i “titolari”, Di Tommaso recupera un’infinità di palloni che la Nmc trasforma nel +9 (37-28 al 13′) costringendo i flegrei a richiedere, con urgenza, il minuto di sospensione. Dal time-out Pozzuoli ne esce rivoluzionata: tre “bombe” in serie di De Rosa annullano il gap, è il preludio al vantaggio ospite con cui si chiude il secondo periodo (46-53 al 20′).

 

I puteolani toccano anche la doppia cifra di vantaggio grazie ad un immarcabile Markovic (48-58 al 22′), con Gatta e Mascoli Corato si rifà sotto (57-60 al 24′) ma deve fare i conti con una lunetta sanguinosa (61-68 al 30′).

 

Succede di tutto nell’ultimo giro di lancette: Markovic continua a sparare dai 6,75, sulla tripla del +9 a 4 minuti dalla fine (67-76) potrebbe calare il sipario. Il cuore Matteotti è grande e continua a pulsare, i locali recuperano punti e palloni, Mascoli costruisce artigianalmente una bomba che scaglia da casa sua: è il -3, il PalaLosito (buona la cornice di pubblico) si riscalda e ci crede. Corato, raggiunto il -2, ha più volte in mano il jolly del vantaggio (anche a 25” dal termine, -2 palla in mano) ma pasticcia a più riprese. Pozzuoli trema e al suono della sirena scoppia di gioia: la Nuova Matteotti si mangia le mani ed esce comunque tra gli applausi per una prova di grande carattere.

 

Nel prossimo turno (mercoledì 2 marzo) i biancoblue faranno visita al Vivi Basket Napoli.

 

Nuova Matteotti Corato – Virtus Pozzuoli 79-83

 

Nuova Matteotti Corato: Caputi, Mascoli 22, Gatta 20, Luce 6, Conticchio, Maldera 2, Marcone 9, Carnicella 7, Riitano 10, Di Tommaso 3, Caputo ne. Coach: Franco Gatta. Ass. Coach: D’introno.

 

Virtus Pozzuoli: Calvi, Staiano, Lucci 11, Di Domenico 7, Esposito A. 4, Spaccarotella, Markovic 36, Mehmedoviq 2, De Rosa 17, Esposito C. 2, Ajayi 4. Coach: Cardillo. Ass. Coach: Palumbo.

 

Arbitri: Valzani e Spano

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author