MD Discount-Quarta Caffè Monteroni: brutto tonfo con Falconara

MD Discount-Quarta Caffè Monteroni (62): Rodríguez (15), Ingrosso (12), Prete (4), Ianuale (2), Mocavero (19), Pinto, Martina (2), Pallara, Lorenzo, Paiano (8). All: Stefano Manfreda.

 

Sandretto Falconara (91): Alessandri (13), Tessitore (2), Di Viccaro (19), Micevic (14), Maganza (17), Eliantonio (17), Mastroianni, Ruini (6), Pozzetti (1), Battagli (2). All: Andrea Reggiani.

 

Parziali: 23-20; 10-17; 15-21; 14-33.

Progressivi: 23-20; 33-37; 48-58; 62-91.

 

Arbitri: Giuseppe Balducci e Moreno Almerigogna.

 

Brutta prestazione della MD Discount-Quarta Caffè Monteroni nel decimo turno di campionato di Serie B. I gialloblù, in partita nei primi due quarti, tirano i remi in barca sul più bello ed escono dal Pala “Quarta-Lauretti” sconfitti dalla capolista Sandretto Falconara.

 

Un passo indietro notevole quello dei salentini, alla prima vera batosta stagionale dopo aver sempre lottato anche con le compagini più forti.

 

Privo ancora di Alessandro Potì, coach Manfreda si affida in avvio a Rodríguez, Ingrosso, Prete, Ianuale e Mocavero; i viaggianti rispondono con Alessandri, Tessitore, Di Viccaro, Micevic e Maganza. Il primo quarto vede la banda gialloblù in grado di replicare colpo su colpo alle offensive bianconere, grazie ad Angelo Prete (4), Alessandro Paiano (8) e Federico Ingrosso (12). Dall’altra parte, Marko Micevic (14) non si tira indietro quando chiamato a realizzare nel cuore dell’area con la sua fisicità e il suo atletismo. Dopo una serie di “botta e risposta”, i padroni di casa vincono il primo periodo con il punteggio parziale di 23-20.

 

Le buone percentuali dei due attacchi si ripetono anche nei secondi 10’, con Monteroni guidata da Manuele Mocavero (19) e da qualche fiammata di Yancarlos Rodríguez (15). Falconara, da vero top team, non si spaventa d fronte alle difficoltà e continua a realizzare grazie ai vari Alessandri (13) e Ruini(6). Il match, molto muscolare e “ruvido”, si interrompe per la consueta pausa di metà partita sul 33-37.

 

Al rientro dagli spogliatoi, Monteroni può ripartire con la consapevolezza di essere pienamente in partita e di poter tener testa alla forte capolista. Tuttavia, nel momento in cui le ostilità sportive riprendono, l’atteggiamento dei salentini è completamente diverso rispetto alle abitudini: una difesa sfilacciata permette alla precisione chirurgica di Di Viccaro (19) e di Eliantonio (17) di battezzare dalla distanza la retina innumerevoli volte, lasciando spazi nel pitturato anche al roccioso Maganza (17); nella metà campo offensiva le cose non girano meglio per i gialloblù, con azioni orchestrate con “il freno a mano” e le principali bocche di fuoco limitate dall’aggressività bianconera. Il terzo quarto va in archivio sul 48-58.

 

Il passivo di 10 lunghezze è poca cosa rispetto ai 29 punti che separano i due team a fine partita. Senza alcuna determinazione e con pochissima energia, Monteroni concede lo show a Falconara. La capolista, ovviamente, non perdona e risalta il pessimo atteggiamento dei salentini con il pesante risultato finale di 62-91.

 

La brutta prestazione degli ultimi 20’ deve essere il giusto stimolo per voltare immediatamente pagina e ripresentarsi al prossimo turno con la giusta “faccia”. Appuntamento fissato quindi per domenica 6 dicembre, ore 18, quando i ragazzi di coach Manfreda saranno impegnati nella trasferta al Pala “Dolmen” di Bisceglie per affrontare i locali dell’Ambrosia Bisceglie.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author