Melvin Johnson torna a Forlì

Sarà Melvin Johnson il secondo americano della Pallacanestro Forlì 2.015 versione 2018-19. Un grande ritorno in biancorosso per l’esterno classe 1993 prodotto della prestigiosa VCU (Virginia Commonwealth University), protagonista a Forlì nella seconda parte della stagione 2016-17 conclusa con la salvezza in A2.

Johnson Arrivò alla corte di Valli a fine gennaio e divenne rapidamente il leader realizzativo del rinnovato gruppo, con un paio di “picchi” indimenticabili: i 32 con la Virtus Bologna e la decisiva tripla fuori ritmo e da distanza siderale in garauno playoff a Scafati. Atleta estremamente professionale, sempre positivo e amatissimo dal pubblico forlivese, il suo addio l’estate successiva direzione Tortona aveva lasciato un senso di irrisolto cui il Gm Renato Pasquali in accordo totale con coach Valli hanno deciso di porre rimedio.

Alla Bertram Derthona nella scorsa stagione Johnson ha confermato il proprio talento migliorando quanto di buono espresso in biancorosso: 18.48 punti in regular (48% da 2, 40% da 3) confermati nelle quattro gare playoff  (18.75 punti, 50% da 2, 38% da 3). Ma è nella Coppa Italia vinta da Tortona che la guardia newyorkese ha brillato di luce propria erigendosi a dominatore assoluto della manifestazione: 23.33 punti di media nelle tre partite con addirittura il 73% da 2, il 65% da 3. Una crescita cominciata a Forlì e proseguita a Tortona, con un bagaglio tecnico che cresce dal suo sbarco in Italia e al quale, a 25 anni, risulta ancora difficile porre limiti.

Melvin, ultimo tassello del roster a disposizione dello staff tecnico, torna dunque a Forlì carico di entusiasmo “Non vedo l’ora di tornare” le sue prime parole), con molte certezze in più rispetto a quando arrivò e lo status ormai consolidato di esterno deluxe in A2. Arriverà a Forlì per il raduno del 17 agosto.

“Sono davvero contento di riaverlo qui con noi a Forlì – spiega il presidente Giancarlo Nicosanti -. Al terzo anno in Italia, vista la crescita delle prime due stagioni, ci aspettiamo la sua definitiva consacrazione. Melvin era amatissimo dai compagni e dal pubblico. Pur di tornare ha rinunciato a offerte più importanti”.

“Oltre che avere le caratteristiche tecniche che cercavamo, in più, rispetto ad altri giocatori, conosce l’allenatore e la piazza di Forlì. Queste cose potranno rafforzare la sua fiducia – aggiunge il Gm biancorosso Renato Pasquali -. E’ un giocatore capace di costruirsi un tiro da solo, sa quando prendere quei tiri anche un po’ fuori dagli schemi ma che sorprendono la difesa. E’ il profilo che cercavamo e che abbiamo scelto per completare la squadra, che come obbiettivo ha quello di migliorare il risultato della scorsa stagione. E forse anche qualcosa in più…”.

Commenta
(Visited 20 times, 1 visits today)

About The Author