Memorial Fabbri, Puglia maschile U15 quinta

Subito dietro le “grandi”, c’è la Puglia maschile. Quinto posto per la selezione regionale under 15 al prestigioso Memorial Fabbri di Romagna, terminato il giorno dell’Epifania. La classe 2001 ha confermato quanto di positivo fatto vedere al Trofeo delle Regioni, superando l’Umbria all’esordio e destando una buona impressione contro Emilia-Romagna e sopratutto Veneto, approdato poi in finale contro la Lombardia. Altri due successi contro Liguria e Trentino-Alto Adige hanno consentito ai ragazzi allenati da coach De Bartolo di conquistare la quinta posizione. “Dietro le favorite, ci siamo noi – commenta Francesco Damiani, dirigente responsabile Progetto Azzurri – E’ un risultato da accogliere con soddisfazione, visto che abbiamo messo paura ad avversarie più accreditate. E pensare che rispetto al Trofeo delle Regioni il gruppo è cambiato quasi per metà, senza perdere le proprie peculiarità, grande carattere e voglia di lottare su ogni palla: ciò significa che i tecnici dello staff regionale hanno saputo scegliere bene fra i ragazzi visionati in questi mesi”.

Al Fabbri la Puglia è stata l’unica regione del Sud Italia in gara con due squadre. Esperienza da ricordare, nonostante il tredicesimo posto finale, per le ragazze delle classi 2002 e 2003, alla prima esperienza come rappresentativa. Sconfitta da Piemonte, Lazio, Toscana, Sicilia e Trentino-Alto Adige, la selezione under 14 rosa allenata dal duo Lorusso-Cimino ha tuttavia mostrato, sia pure a tratti, gioco e potenziale apprezzabili. “Siamo appena all’inizio di un percorso lungo un biennio: questo torneo ci ha dato la possibilità di capire su quali aspetti tecnici e mentali proseguire il lavoro in futuro – osserva coach Francesco Lorusso – Ci è spesso mancata la capacità di reazione ma queste ragazze, nonostante la scarsa conoscenza reciproca, hanno dato sempre provato a collaborare, sia in attacco che in difesa”.

Nella delegazione pugliese al Memorial Fabbri anche quattro giovani fischietti, i miniarbitri Stanzione, Amatori e Spedicati e l’arbitro Nonna, designato a dirigere la finale del torneo under 18. Un’occasione di crescita e confronto anche per loro.

Commenta
(Visited 15 times, 1 visits today)

About The Author