Mens Sana Mesagne - Assi Brindisi 74-78 dts

MENS SANA CIAURRI MESAGNE – ASSI BRINDISI = 74 – 78 t.s.
 
MENS SANA MESAGNE: De Leonardis 2, Cavallo, Gualano 10, Ruggiero 16, Passante 10, Lescot 19, Caroli n.e., Murra n.e., Falcone 6, Spagnolo 11. Allenatore: Angelo Capodieci.
ASSI BRINDISI: Dell’Anno 3, Zecca 14, Cobianchi 18, Gervasi 7, Cagnazzo 16, Agresta n.e., Forleo n.e., Mione 18, Orfano n.e., Casalvieri n.e. Allenatore: P. Sarli.
Parziali: 19-17 20-16 8-21 21-14 6-10
Arbitri: Saggese e Lorusso

Sconfitta senza attenuanti della Mens Sana Ciaurri Mesagne che cede contro l’Assi Brindisi. Diventa terra di conquista il palazzetto dello sport mesagnese che certifica la seconda sconfitta casalinga per i mensanini. Brutta prestazione per i ragazzi di coach Capodieci che disputano, al cospetto di un Brindisi gagliardo, la più brutta partita della stagione. Coach Sarli deve rinunciare a Ferrienti e Avallone, mentre per il Mesagne problemi fisici per Dipietrangelo con Errico che va in tribuna per turnover. Inizia subito bene la Mens Sana con le realizzazioni di Ruggiero al quale risponde subito Cagnazzo, al ritorno sui campi di basket dopo un lungo periodo di inattività. Le triple di Lescot e Ruggiero tentano la prima fuga, ma in difesa il Mesagne cede troppo a Cobianchi e compagni. Cagnazzo diventa imprendibile con i suoi dieci punti nel parziale e il primo quarto si chiude con i padroni di casa in vantaggio 19-17. Nel secondo quarto permane l’equilibrio tra le due formazioni, coach Sarli deve fare i conti con una panchina cortissima, mentre nel Mesagne Cavallo sostituisce un De Leonardis completamente fuori dai giochi. I mensanini continuano a bombardare la zona avversaria con cinque triple, due del sorprendente Falcone. Spagnolo trova il canestro solo su tiro libero, ma i problemi per i padroni di casa vengono dalla difesa dove Cobianchi fa il bello e il cattivo tempo, ben supportato da Zecca. La tripla di Ruggiero chiude la seconda frazione con la Mens Sana in vantaggio 39-33. Al ritorno in campo Passante e compagni scompaiono dalla scena. L’Assi continua a giocare con decisione battendo facilmente la presunta difesa dei padroni di casa. Cobianchi persiste a dominare la zona pitturata e le triple di Zecca e Mione ribaltano il risultato. Oltre ai problemi in difesa, i mensanini si bloccano anche in attacco. Due liberi di Gualano e Spagnolo con i canestri di Ruggiero e lo stesso Gualano, sono le uniche realizzazioni nel terzo tempino. Lescot continua a sparare a salve, sarà un misero 2/12 da tre punti al termine, le palle perse di De Leonardis e Gualano con la serata no di Spagnolo, portano l’Assi in vantaggio 47-54 al termine del terzo quarto. Nell’ultimo periodo  i padroni di casa, spinti da un tifo incessante, provano a rientrare. L’Assi continua a giocare con la solita concentrazione mettendo in difficoltà gli attacchi mensanini, Gervasi, Mione e il solito Cobianchi ribattono a Spagnolo e compagni che comunque recuperano lo scarto e si riportano in vantaggio. Quando i padroni di casa pensavano di avere portato a casa l’ennesima vittoria, nonostante la pessima prestazione, ci pensa Mione con una tripla a impattare il risultato a soli 13″ dalla fine. Time out per Capodieci pronto a disegnare l’ultimo attacco. Al rientro in campo, mentre tutti attendevano una penetrazione, Lescot decideva di sparare a salve l’ennesima tripla della serata, sciupando ancora una volta l’occasione della vittoria e portando i compagni al tempo supplementare (68-68). Nell’overtime continua la sagra degli errori per i padroni di casa, Mione non molla, prende per mano l’Assi Brindisi e la porta alla meritata vittoria. Partita da dimenticare e in fretta per la Mens Sana Ciaurri Mesagne che con la sconfitta rimediata contro l’Assi Brindisi, mette a nudo tutte le criticità evidenziate nelle precedenti gare. Troppe individualità in attacco e una difesa che è la bruttissima copia di quella messa in campo nella passata stagione. La mancanza di impegno e di concentrazione poi ha fatto il resto in un campionato dove tutte le partite devono essere affrontate con la dovuta determinazione. Il prossimo impegno, prima della sosta natalizia, vedrà la Mens Sana impegnata, sabato alle ore 18:30, a Galatina.

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author