Mercoledì in campo Cassina-Palestrina, big match che chiarirà la classifica

Il fitto calendario della serie B impone questa settimana un surplus di energie in vista del turno infrasettimanale valido per la quintultima giornata di regular season. E sulla tavola viene servito un altro big match con l’incrocio tra Bpc Cassino e Citysightseeing Palestrina, ovvero due delle semifinaliste della stagione 2015/16 con i ciociari che ebbero la meglio dopo quattro gare. Quattro punti separano oggi le due squadre, l’alto livello del girone vede raccolte cinque formazioni in un fazzoletto con tutte le posizioni ancora da delineare.

Palestrina, che non può ambire alla prima piazza, deve comunque difendersi dall’avanzata di Cassino e di Barcellona, proprio le prossime avversarie dei prenestini, con una classifica che tra pochi giorni potrà essere molto più chiara. Intanto coach Lulli e i suoi ragazzi scendono nella Terra di San Benedetto per provare a respingere il primo attacco, sebbene i rossoblù siano vicini alla quadratura del cerchio dopo il naturale ambientamento di un roster rivoluzionato per intero e in seguito alle operazioni di mercato che hanno rafforzato il pacchetto degli esterni: via Giampaoli e Potì, dentro Panzini da Ferentino e Petrucci dall’Eurobasket, infarcendo il quintetto con due pezzi da categoria superiore. Il faro dell’attacco resta tuttavia il miglior giocatore del torneo (sia per media punti che media rimbalzi), Simone Bagnoli, il possente pivot toscano si sta confermando dopo le annate a Scauri un lusso per questa categoria, divenendo giocoforza il catalizzatore degli schemi offensivi di coach Vettese. Con Sergio e Birindelli, più l’ex Tiber Marsili, la front-court appare senza punti deboli, mentre il roster dei cassinati si completa con Valesin, Quartuccio, Serra e la guardia Del Testa. All’andata girò tutto bene in casa Palestrina e probabilmente molto male agli ospiti, il risultato finale fu un secco 98-73, bottino da conservare anche in ottica differenza canestri.

Ma mercoledì nella città del frusinate sarà un’altra storia e sui legni del rinnovato PalaVirtus solo Napoli è riuscita a passare, dopo l’abbandono del vecchio Palasport di Atina in seguito alla sistemazione della casa rossoblù. Campo che Palestrina ha calcato in serie C contro la Pallacanestro Cassino (uscendo sconfitta nel finale), mentre può vantare un solo successo esterno ai danni della Bpc Cassino, nel dicembre 2014, raccogliendo poi tra campionato e playoff tre ko. Sfida che come tutte in questo periodo servirà a Lulli per testare la condizione psicofisica della sua squadra in quello che può essere considerato un duello da playoff: le tre battute d’arresto in volata a Scauri, Napoli e Catanzaro impongono di invertire la rotta e dare a se stessi la convinzione di essere nella condizione di vincere con chiunque e ovunque, imprescindibile per chi vuole fare strada nei playoff.

Appuntamento per la palla a due mercoledì ore 20.45 al Palasport di via Pietro De Feo, arbitrenno i sigg. Giovanni Roca e Pietro Rodia di Avellino.

 

 

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Palestrina

Commenta
(Visited 20 times, 1 visits today)

About The Author