Meta Teramo, coach Bianchi presenta la sfida contro Forlì: "Ai miei chiedo attenzione e cattiveria agonistica"

Pochi giorni per ricaricare le batterie e cancellare dalla mente lo scivolone interno nel recupero con Scauri. La Meta Teramo torna nuovamente sul parquet, per affrontare la Global Sistemi Forlì diretta concorrente per la corsa ai play-off. I romagnoli in classifica contano 22 punti, gli stessi dei biancorossi ma hanno dalla loro il vantaggio del +8 maturato nella gara di andata, persa dalla Meta con il finale di 79-71.

Contro Forlì la compagine di Bianchi dovrà assolutamente giocare una partita perfetta, visto che gli ospiti possono contare su un roster di tutto rispetto, a cominciare da Marco Carraretto ex nazionale ed ex Siena, per finire con Rombaldoni, Joel Myers (figlio di Carlton), Fontecchio, scuola Virtus Bologna, figlio di Malì Pomilio. Squadra di grandissimo talento, che finora in classifica ha raccolto meno di quello che merita. La Meta, invece, oltre a scrollarsi di dosso l’ultima delusione, è alle prese con il problema Gaeta. La distorsione alla caviglia riportata a Roma, sembra essere seria. Infortunio che ha tenuto il capitano lontano dalla sfida con Scauri e molto probabilmente anche da quella in programma domani. Coach Bianchi analizza così il momento biancorosso ed il match con i romagnoli: «Mi aspetto dai miei un livello di attenzione e di cattiveria agonistica molto più alto, dopo la ‘frittata’ di mercoledì sera. Nei momenti chiave della partita si gioca di squadra, individualmente nessuno può risolvere nulla».

La sfida tra La Meta Teramo e la Global Sistemi Forlì, si giocherà domani pomeriggio nel Palascapriano con palla a due alle ore 18:00. A dirigere il match sono stati designati Francesco Venturini di Capannori (Lucca) e Alessio Chiarugi di Pontedera.

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author