Milano, coach Repesa: "Vorrei che i ragazzi fossero sostenuti sempre"

Così Coach Jasmin Repesa dopo gara 3: “Oggi i ragazzi hanno giocato con attenzione e aggressività per 40 minuti facendo bene le cose importanti che non erano state fatte nelle prime due partite. È solo un passo perché dobbiamo minimo ripetere la gara di oggi per pareggiare la serie. Non sarà facile. La differenza la fanno palle perse e rimbalzi d’attacco che significano canestri facilo e tanta fiducia. Oggi abbiamo protetto meglio la palla. In gara 2 loro hanno segnato 10-12 canestri facili, oggi no. Abbiamo fatto noi e loro le stesse cose ma noi le abbiamo fatte meglio stavolta. I problemi restano, Sanders e Kalnietis o anche McLean hanno avuto problemi e si vede ma ci hanno aiutato tanto come i ragazzi venuti dalla panchina. Le nostre migliori gare spesso le giochiamo in trasferta vedi Darussafaka, Real o Efes pur perdendo. Vorrei che i ragazzi, non io, per me va bene, fossero sostenuti sempre perché a loro serve. È stata una stagione stressante, stress che si è accumulato e poi è esplosa. Ma i ragazzi oggi hanno risposto come fecero Belinelli e Mancinelli quando persero di 44 a Tel Aviv ma con loro ho vinto lo scudetto”.

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author