Olimpia Milano, Pianigiani: "Ancora una volta troppo nervosismo e troppi errori"

L’Olimpia Milano parte con il piede sbagliato anche nelle Semifinali Playoff. Dopo aver perso il fattore campo nei quarti contro la Sidigas Avellino, la squadra di coach Pianigiani si complica la vita anche contro la Dinamo Sassari, che s’impone al Forum in Gara-1 con il punteggio di 79-86.

L’head coach dei meneghini analizza così la sconfitta: “Troppi errori al tiro e troppo nervosismo per battere Sassari di questi tempi. All’inizio dovevamo prendere un vantaggio superiore, e invece erano lì. Poi nel terzo quarto, quando abbiamo prodotto il massimo sforzo, loro sono riusciti a rimanere agganciati. Non siamo stati bravi a guadagnarci abbastanza tiri liberi; dieci di differenza a questi livelli sono tanti, considerato che loro chiudevano l’area e aspettavano gli alley-oop per Tarczewski“.

Ripeto, siamo andati troppo poco in lunetta e abbiamo fatto il 43% da tre, un dato che sarebbe buono se non considerassimo quello che loro ci concedevano riempiendo l’area” – aggiunge Pianigiani – “Loro sono in salute, noi ci siamo fatti portare via la palla su un paio di contatti  che ci hanno innervosito. È ovvio che la condizione delle nostre guardie non è ottimale, ma loro sono presente e futuro della nostra squadra ed è normale che ci tengano a giocare“.

Ma gli errori non li hanno commessi solo i miei giocatori” – spiega ancora Pianigiani – “Ho visto tante cose che non mi sono piaciute, ma voglio rivederle perché alla fine era una gara punto a punto e gli episodi sono stati decisivi. Certo, anche il quarto fischiato a Brooks e non a Thomas ha inciso. Ora ci ritroviamo nella stessa situazione del quarto di finale, dobbiamo vincerne una e poi migliorare nel corso della serie“.

Dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Olimpia Milano.

Commenta
(Visited 85 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.
Per Info