Milano, il preview del match con la Stella Rossa

L’ennesimo tour de force della stagione comincia a Belgrado. L’Olimpia gioca il 9 febbraio (ore 19.00, su Eurosport Player) alla Alexander Nikolic Hall, l’arena intitolata ad uno dei grandi maestri del basket slavo, allenatore in Italia di Padova, Virtus Bologna e Pesaro. Si tratta del vecchio Pionir, impianto carico di storia: la Stella Rossa quest’anno ha giocato quasi sempre lì. Lo scorso anno l’Olimpia invece rese visita alla Kombank Arena da oltre 20.000 spettatori che ospiterà le prossime Final Four di EuroLeague. La Stella Rossa ha una vittoria di vantaggio sull’Olimpia e ha vinto la gara di andata a Milano, risolta alla fine da James Feldeine. Milano però nel girone di ritorno è 3-3, ha vinto tre delle ultime quattro di cui due in trasferta. Contro le sette squadre della seconda metà della classifica l’Olimpia ha il 70% di vittorie (7-3) ma una delle tre sconfitte, unica in casa, è maturata proprio contro la Stella Rossa, quindi i dati statistici sono contrastanti. Stella Rossa-Milano Game Notes

I PRECEDENTI DI MILANO-STELLA ROSSA

Nel 1972 il Simmenthal sconfisse proprio la Stella Rossa nella finale di Coppa delle Coppe 74-70 (23 punti di Arthur Kenney, virtuale MVP della competizione), disputatasi a Salonicco. Le due squadre si erano affrontate anche nel gironcino dei quarti con due gare a senso unico per la squadra di casa. In realtà, la partita di Belgrado fu macchiata dalla maxirissa che sfociò dopo un primo tempo equilibrato (38-36 per i serbi). La panchina milanese venne aggredita alle spalle, Renzo Bariviera fu colpito e successivamente Cesare Rubini subì un calcio da Zoran Slavnic. Kenney per difendere l’allenatore si fece largo addirittura in tribuna, minacciato di arresto dalla Polizia locale. Le due squadre si incontrarono anche nella Coppa dei Campioni del 1973, altre due vittorie del Simmenthal. Nel 1984/85 l’Olimpia eliminò la Stella Rossa nella semifinale di Coppa Korac imponendosi anche a Belgrado, 100-99, per poi vincere la coppa contro Varese in finale. Due incontri e due vittorie anche nella Korac 1988/89. Lo scorso anno la Stella Rossa si impose sia a Belgrado nella gara di andata che a Milano nel ritorno, per poi ripetersi 91-88 nello scorso mese di dicembre. Il bilancio totale quindi è di 8-4 per l’Olimpia.

LA STELLA ROSSA CONNECTION

L’unico ex è Vlado Micov che ha giocato brevemente nelle giovanili della Stella Rossa ma James Feldeine ha giocato in Italia, a Cantù, ed è stato compagno di squadra di Awudu Abass. Taylor Rochestie ha giocato in Italia a Siena e Biella. In Piemonte è stato allenato da Massimo Cancellieri, attuale assistente di Simone Pianigiani all’Olimpia.

STELLA ROSSA: LA STORIA

La Stella Rossa ha vinto 15 titoli slavi e gli ultimi quattro titoli serbi. E’ uno dei club serbi più prestigiosi, con grande tradizione, rivale storico del Partizan Belgrado anche se ha avuto un percorso altalenante dopo i 10 titoli in fila conquistati dopo la seconda guerra mondiale. Nel 1974 vinse la Coppa delle Coppe, contro gli slovacchi di Brno, unico trofeo internazionale vinto nella propria storia, ma nel palmarès figurano anche tre Coppe di Jugoslavia e cinque Coppe di Serbia oltre alle ultime due leghe adriatiche. In campo internazionale, ha disputato due finali perse in Coppa delle Coppe, nel 1972 e nel 1975, e due di Coppa Korac nel 1984 e nel 1989, in quest’ultimo caso contro Verona. Tra i grandi giocatori della sua storia figurano Zoran Slavnic (playmaker che alle Olimpiadi del 1976 segnò contro l’Italia il canestro della vittoria slava), Igor Rakocevic, Milan Gurovic, Boban Marjanovic, Nikola Kalinic e soprattutto Predrag Stojakovic.

TUTTI I NUMERI DI KALEB TARCZEWSKI

Contro il CSKA Mosca, Kaleb Tarczewski ha stabilito il suo nuovo primato personale di punti segnati in una gara con 17. Ma sono record personale in EuroLeague anche i 25 di valutazione, le tre stoppate e i tre assist accumulati nella stessa partita. Record anche i sette tiri liberi segnati in una singola partita. Tarczewski figura nella Top 10 di EuroLeague in quattro graduatoria statistiche: sesto nei rimbalzi (6.05), settimo nei rimbalzi offensivi (2.29), secondo nel tiro da due (71.2%), secondo nel tiro dal campo (stesso 71.4%). Tarczewski è l’unico giocatore dell’Olimpia partito in quintetto in tutte le gare di EuroLeague.

TUTTI I NUMERI DI ARTURAS GUDAITIS

Arturas Gudaitis è primo in tutta l’EuroLeague nel tiro da due e dal campo con il 75.3%. Con 5.10 di media è terzo per tiri liberi procurati ma primo davanti a Luka Doncic per tiri liberi procurati per minuti giocato (10.11 ogni 40 minuti in campo). I 20 punti, i 28 di valutazione e le 4 stoppate di Madrid sono tutti record carriera per il centro lituano. Contro l’Olympiacos ha realizzato la prima doppia doppia (19 più 10) della sua carriera in EuroLeague. Sono stati record personale nella stessa gara i 28 di valutazione e i sette rimbalzi d’attacco. Nelle ultime tre gare di EuroLeague, Arturas Gudaitis ha fatto 16/16 dal campo. Ha fatto 3/3 a Vitoria, 6/6 contro il Maccabi e 7/7 a Barcellona.  Sono otto le gare di EuroLeague in cui non ha commesso errori al tiro. Adesso ha 67/89 dal campo. Gudaitis è anche settimo nei rimbalzi totali con 5.95 di media.

ANCORA GUDA – A Madrid ha stabilito il record di società per il maggior numero di canestri da due punti senza errori con 9. Il primato di canestri da due è di Samardo Samuels con 14 ma due errori. Pape Sow e Malik Hairston hanno segnato 11 canestri ma anche loro con errori.

NOTE OLIMPIA IN EUROLEAGUE

ANTI SPAGNA – L’Olimpia non vinceva a Barcellona da 12 anni, quando l’allenatore era Sasha Djordjevic. Quest’anno ha vinto entrambe le gare contro i blaugrana e adesso il bilancio contro le squadre provenienti dal campionato spagnolo è di 6-2. Ovvero: 2-0 contro Barcellona e Baskonia; 1-0 contro Valencia; 1-1 contro Malaga; 0-1 contro Real Madrid. Da qui alla fine della stagione l’Olimpia giocherà altre due volte contro squadre spagnole, sempre in casa sia con Valencia che contro il Real Madrid. Le tre vittorie esterne, che superano il totale della passata stagione (due), sono tutte maturate in Spagna. L’Olimpia ha vinto tre delle ultime quattro di EuroLeague di cui due in trasferta ed è 3-3 nel girone di ritorno.

103! – I 103 punti segnati dall’Olimpia a Valencia sono la seconda prestazione di squadra in EuroLeague (dal 2000 in poi) dopo i 105 punti segnati all’Efes la stagione scorsa e il top stagionale anche se ottenuto con l’ausilio di due tempi supplementari.

OVER 100 – Quest’anno l’Olimpia ha superato i 100 tre volte, con 2-1 di record. Ha perso infatti con il Maccabi segnandone 102. E’ stata questa la quarta prestazione di sempre in EuroLeague, la migliore di questa stagione senza l’ausilio di tempi supplementari con vittoria annessa.

TRIPLE – 17 triple di Valencia sono record societario in EuroLeague. Superate le 16 segnate contro il Maccabi nella stagione 2005/06. Otto giocatori diversi hanno segnato almeno una tripla inclusa la prima stagionale di Andrea Cinciarini e Cory Jefferson. Contro Malaga l’Olimpia ha segnato 15 triple per la sua terza prestazione di sempre in EuroLeague.

ASSIST – I 23 assist effettuati contro Malaga rappresentano il record stagionale ma anche la quinta prestazione di squadra di sempre in EuroLeague. Il record assoluto è di 29, contro il Maccabi la scorsa stagione. Due giorni dopo i 23 di Malaga, l’Olimpia ne ha accumulati altri 21 a Vitoria.

THEODORE – Jordan Theodore contro Malaga ha stabilito il proprio record personale di assist in una gara con 11 (il precedente era 8) realizzando di conseguenza la prima doppia doppia della sua carriera di EuroLeague. Gli 11 assist di Theodore rappresentano la seconda prestazione di un giocatore dell’Olimpia in EuroLeague dopo i 12 di Omar Cook, il 23 febbraio 2012, contro il Panathinaikos. Nessun altro giocatore dell’Olimpia è mai andato in doppia cifra negli assist, ma Kruno Simon, Daniel Hackett, Joe Ragland e Dante Calabria sono arrivati a nove. Theodore ha poi dato via otto assist a Vitoria. Con 4.55 è undicesimo assoluto per la stagione.

KALNIETIS – Mantas Kalnietis ha superato contro il CSKA Mosca i 500 assist in carriera. Ha impiegato 171 partite per superare la barriera. Attualmente in EuroLeague è al numero 22 della classifica di tutti i tempi capeggiata da Dimitri Diamantisis con 1.255. Tra i giocatori in attività in EuroLeague è 11° assoluto.

MICOV – Vlado Micov ha segnato almeno una tripla in 12 delle ultime 13 gare di EuroLeague giocate.

CINCIA DA RECORD – I 20 di Andrea Cinciarini di valutazione contro la Stella Rossa nella partita di andata sono il suo nuovo record carriera in EuroLeague. Lo sono anche le tre palle rubate nella stessa partita.

JERRELLS – I 30 punti segnati da Curtis Jerrells a Valencia sono la terza prestazione realizzativa di un giocatore dell’Olimpia da quando esiste l’EuroLeague. Il record in maglia Olimpia appartiene a Samardo Samuels che fece 36 punti a Nizhny Novgorod nella stagione 2014/15. Luca Vitali ne segnò 32 nella stagione 2008/09 ad Atene contro il Panionios. Tutte le tre prestazioni sono arrivate in coincidenza di altrettante vittorie. Si è trattato anche del record carriera di Jerrells sia in maglia Olimpia che in EuroLeague. In quest’ultima competizione il suo top erano i 27 punti che nella stagione 2012/13 segnò proprio a Bamberg con il Besiktas. In maglia Olimpia il suo top erano i 26 segnati contro Siena in gara 1 della finale scudetto del 2014. Le sei triple messe a segno rappresentano la terza prestazione in singola gara di un giocatore Olimpia dopo le 8 di Linas Kleiza a Turow (2014/15) e le 7 di Luca Vitali ad Atene (2008/09). Sei in EuroLeague le hanno segnate in un’occasione anche Massimo Bulleri (2006, contro il Barcellona) e Dante Calabria (2005, contro il Maccabi).

JERRELLS 2 – Curtis Jerrells ha stabilito contro Baskonia a Milano il suo nuovo primato personale di assist con sette. È il suo secondo record da quando è tornato a Milano dopo i 30 punti di Valencia. L’aspetto più incredibile è che ha stabilito il proprio high in appena 14 minuti.

PASCOLO – I 12 punti di Davide Pascolo a Barcellona sono il suo primato stagionale ma non quello assoluto in EuroLeague che stabilì contro Kazan a Milano nell’ultima gara della stagione scorsa. Sono però primato personale gli otto rimbalzi, i cinque rimbalzi difensivi e i tre rimbalzi d’attacco.

 

Fonte: Ufficio Stampa Olimpia Milano

Commenta
(Visited 60 times, 1 visits today)

About The Author