Milano sbanca Sassari nel posticipo di Serie A, al PalaSerradimigni le scarpette rosse passano per 75–82

Un match combattuto fino alla fine, senza sosta e senza paura di sbucciarsi le ginocchia. I giganti cadono in casa contro l’Olimpia Milano al termine di 40’ di puro agonismo tra due squadre agguerrite e determinate a portare a casa la vittoria. Gli uomini di Repesa costruiscono pazientemente il vantaggio fin dal primo quarto, riuscendo a tenere la testa avanti per tutti i 40’, portandosi fino a +14, condotti dall’ex di giornata Rakim Sanders e il duo Hickman-McLean. Devecchi e compagni risalgono la china nell’ultima frazione senza però riuscire a completare la rimonta.  Doppia cifra per Rok Stipcevic, a referto con 16 punti, il 100% da due, 4 falli subiti e 2 assist, Gani Lawal, autore di un grande primo tempo con 13 pt, 8 rb e 6 falli subiti, e David Bell (10 pt, 4 as). Importante l’apporto dalla panchina di Lydeka e Savanovic: 8 punti a testa per entrambi i lunghi, con 4 rimbalzi di Savanovic e il 100% al tiro di Lydeka.

Martedì i giganti si ritroveranno in palestra per preparare la doppia trasferta di Avellino e Monaco.

In scena al PalaSerradimigni. A tre settimane dalla finale della Poste Mobile Final Eight Sassari e Milano si incontrano sul parquet del PalaSerradimigni nel posticipo della 7°giornata di ritorno. Il classico del campionato vede le due squadre incontrarsi per la terza volta dall’inizio della stagione. Torna a Sassari da avversario Rakim Sanders, indimenticato protagonista del triplete biancoblu.

La sfida. Coach Pasquini manda in campo Bell, Lacey, Devecchi, Sacchetti e Lawal coach Repesa risponde con Hickman, Radulija, Pascolo, Sanders e Abass. Il protagonista assoluto del primo minuto di gioco è Gani Lawal: partito in quintetto il centro nigeriano manda un messaggio chiaro agli avversari stoppando prima Pascolo e poi Radulija. La sfida tra Gani e Radulija entusiasma i presenti, ad avere la meglio è Lawal. Abass segna i primi punti del match, Bell e Lawal infilano il break per la Dinamo. Parziale di 10-0 per le scarpette rosse condotte da McLean, l’ex di giornata Rakim Sanders e Hickman. Reazione biancoblu con una bomba di Stipcevic: Lawal ristabilisce la parità sul parquet. Milano trova un mini break con Sanders e Cinciarini e chiude il quarto avanti (17-23). Nella seconda frazione Lighty e Stipcevic riportano i sassaresi a un possesso di distanza. Non ci sta Milano che scappa sul +9 con Macvan, Abass e Sanders. Lacey e Lighty accorciano le distanze ma 4 punti di Hickman riportano le scarpette rosse al massimo vantaggio. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 35-44. Al rientro dall’intervallo lungo l’Olimpia riscrive il massimo vantaggio portandosi a +14 con 8 punti di Pascolo. I biancoblu accorciano le distanze con Bell dalla lunga distanza, Lydeka nel pitturato e Stipcevic. È il canestro and one del play croato a chiudere al 30’ 55-62. La bomba di Sanders riporta l’Olimpia avanti in doppia cifra, i giganti però non ci stanno. La reazione biancoblu ha la faccia di un posseduto Brian Sacchetti che si prende la tripla e infila il canestro del contropiede. L’ala di Moncalieri dimezza lo svantaggio e si fa sentire anche in difesa. Lay up di Lighty e il Banco è a un possesso di distanza. Appoggia a canestro di Lawal del -1. Controbreak dell’EA7 con Cinciarini e McLean. Il Banco non riesce a dare la spallata per mettere la testa avanti. Al PalaSerradimigni finisce 75-82.

Sala stampa. Il coach della Dinamo Banco di Sardegna Federico Pasquini commenta così la gara: “Una partita decisa sui rimbalzi offensivi e sulle palle vaganti nel secondo quarto, quando si è creato il primo gap. Nel momento in cui ci stavamo riavvicinando ci siamo anche fatti un po’ prendere dalla fretta, siamo andati fuori equilibrio, ci siamo disuniti e non abbiamo eseguito come avremmo dovuto. Loro hanno fatto una difesa molto fisica e ci hanno tolto i punti di riferimento a livello offensivo, come nel caso di Savanovic e anche degli esterni. Complimenti a loro, bisogna riconoscere i meriti dell’avversario, Milano è un avversario di qualità. Credo che i ragazzi ce l’abbiamo messa tutta ma di fronte al loro atletismo e la loro fisicità non siamo riusciti a rimanere attaccati alla partita. La prossima settimana lavoreremo per alleggerire la testa e continueremo a lavorare sui dettagli, sulle cose sulle quali dobbiamo ancora migliorare per prepararci al meglio per Avellino e Monaco”.

Il coach dell’Olimpia Milano Jasmin Repesa:”Dopo le ultime trasferte faticose mi aspettavo una partita molto difficile, specie dal punto di vista delle energie. I ragazzi però sono stati molto bravi, la difesa su pick and roll è migliorata molto rispetto all’ultimo periodo e questa sera hanno eseguito bene. Ci sono stati momenti in cui la Dinamo si è avvicinata ma siamo riusciti a rimanere attenti e concentrati e credo abbiamo meritato la vittoria”.

Il play biancoblu Rok Stipcevic:”Come non facciamo festa per le vittorie non facciamo drammi per questa sconfitta, abbiamo perso contro Milano. Non ci hanno sorpreso con niente in particolare, noi abbiamo sbagliato dei tiri aperti, abbiamo perso un po’ di equilibrio, questo ci ha fatto perdere il contatto e alla fine abbiamo perso di 7 punti. Sento che è una squadra che possiamo battere, non vedo l’ora di poterli affrontare di nuovo”.

 Dinamo Sassari 75 –  EA7 Milano 82

Parziali: 17-23; 18-21; 20-18; 20-20.

Progressivi: 17-23; 35-44; 55-62; 75-82.

Dinamo Sassari. Bell 10, Lacey 9, Devecchi, D’Ercole, Sacchetti 5, Lydeka 8, Savanovic 8, Stipcevic 16, Lawal 13, Lighty 6, Ebeling, Monaldi . All. Federico Pasquini.

EA7. McLean 17, Hickman 17, Radulija, Macvan 8, Pascolo 8,  Giardini, Cinciarini 8, Sanders 19, Abass 5, Cerella. All. Jasmin Repesa

Sassari, 12 marzo 2017

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author