Milano3 Basket, coach Sandro Pugliese:“ L’obbiettivo principale è quello di fare un campionato di vertice"

Ecco le parole del coach di Milano3Basket, Sandro Pugliese rilasciate in esclusiva a TuttoBasket

Come nasce la sua passione per il mondo del basket?

“La mia passione per il basket inizia all’età di cinque anni un po’ per caso. In famiglia nessuno giocava, solo mio padre seguiva con piacere la Simmenthal. La mia carriera da giocatore comincia nel lontano 1988 in quel di Milano3. Dopo aver appeso le scarpe al chiodo, ho comunque deciso di rimanere in questo ambiente ricoprendo diversi ruoli, dal giornalista al ruolo di allenatore, dal radiocronista al telecronista”.

Come è andato il precampionato?

“Sono rimasto molto soddisfatto dal lavoro svolto dalla squadra, perché rispetto al solito abbiamo dovuto aggiungere alcuni nuovi giocatori in corso d’opera.  L’unica piccola problematica che abbiamo avuto è stata quella di dover preparare con più velocità il campionato, visto che il calendario è stato anticipato. Avevo il timore che questo un po’ ci penalizzasse, ma grazie anche allo zoccolo duro non è stato cosi “.

Si aspettava un inizio cosi brillante in campionato?

“Sono molto contento di questo 4-0 iniziale. Giochiamo in un campionato molto particolare e devo dire che dopo dieci alleno qui, questo è il primo anno in cui la squadra non cerca di migliorare partita dopo partita, ma cerca di confermarsi.  Nel nostro girone ci sono 4/5 buone squadre, questo primo bilancio con quattro vittorie all’attivo, due delle quali contro squadre come Saronno e Nerviano.  Inoltre  quest’ottimo inizio ci dà molta fiducia per il futuro”.

Quali sono gli obbiettivi stagionali?

“ L’obbiettivo principale è quello di fare un campionato di vertice,  per arrivare ai playoff partendo da un buon piazzamento in classifica. Alla nostra sesta stagione in C Gold , vorremmo avere il fattore campo nei quarti di finale playoff”.

Che gara si aspetta contro la Virtus Cermenate?

“ La partita di sabato è pericolosa e ostica, perché il loro roster  gli permette di poter giocare nello stesso tempo con tre lunghi. L’unica insidia che dovremo gestire è quella di essere consapevoli,  che ì nostri avversari daranno il 100%, perché battere la prima della classe fa sempre un certo effetto. Vincere in trasferta non è mai facile, ma se vogliamo fare un campionato di alto livello, dobbiamo conquistare i due punti in classifica”.

Foto Milano3 Basket

Commenta
(Visited 171 times, 1 visits today)

About The Author

Lorenzo Lubrano Nato il 22-08-1996 a Legnano (Mi), ho conseguito il diploma di liceo linguistico, frequento il primo anno di Linguaggi Dei Media (Università Cattolica Milano), ho giocato a basket per 8 anni, collaboro con la web radio milanese RadioBlaBla dove conduco una trasmissione dedicata al basket.