MISSIONE COMPIUTA: LA SACES MAPEI GIVOVA TRA LE MIGLIORI IN EUROPA!

Alla City Hall di Brno, la Saces Mapei Givova si gioca il primo match-point per centrare il passaggio alla Eurocup 2015-2016: le ragazze di Ricchini affrontano le padrone di casa del Valosun con la sola Beatrice Carta ancora ferma ai box e con Achonwa ancora alle prese con la lussazione del pollice della mano destra ma con l’obiettivo dichiarato, di provare ad espugnare il caldissimo palazzetto della bella città della Repubblica ceca. Il quintetto di partenza della Dike prevede Pastore in cabina di regia, Ivezic e Fassina nel ruolo di esterne e Burdick insieme a Petronyte a lottare sotto i tabelloni. Servono due minuti di gioco per vedere il primo canestro ed è Vlkova a siglarlo in maglia Valosun. La Dike ha l’atteggiamento giusto ed è Petronyte a caricarsi sulle spalle l’attacco napoletano mettendo a bersaglio i sette punti che valgono il 6-9 a favore delle napoletane. Il gioco imposto da Brno prevede ribaltamenti molto veloci ed è bravissima Pastore a controllare per bene i ritmi e mettere dentro, proprio in chiusura di periodo, i liberi che valgono il 10-13 finale. L’inizio del secondo quarto registra una Saces Mapei Givova assoluta padrona del campo e con Ivezic e Burdick ci vogliono solo tre minuti per volare sul massimo vantaggio del 15-22. Inizia a questo punto la rapida e paziente risalita nel punteggio della squadra di casa, che sospinta dal pubblico e da una ritrovata Sujanova, piazza il 9-0 che significa sorpasso sul 24-22 e tutto da rifare per la squadra di Ricchini. L’attacco purtroppo continua a produrre poco anche nella seconda parte del periodo e la bomba dall’angolo di Berankova spinge le sue sul massimo vantaggio di 32-25. Provvidenziale a questo punto la tripla di Fassina che limita i danni ed il primo tempo si chiude su di un apertissimo 33-28. Il terzo parziale di tempo è di pura sofferenza perché nonostante Pastore piazzi subito cinque punti consecutivi, il vantaggio di casa è sempre rassicurante (42-35 al 25’). La difesa napoletana soffre in particolare il tiro da fuori di Vlkova che in un amen scava un break terribile per il 49-37; non è ancora finita visto che anche Sujanova diventa imprendibile (massimo vantaggio di casa 53-40) e campanelli di allarme risuonano per l’esito della contesa. Il quarto scivola sul finale di 55-44 con coach Ricchini infuriato in panchina per la poca concretezza in mezzo al campo delle sue atlete. Servono dieci minuti da leoni per girare un’inerzia che è saldamente in mano del Valosun: la Dike ha la pazienza delle grandi squadre perché controlla ogni pallone come fosse l’ultimo e trova punti e belle giocate da chiunque metta piede in campo. Ivezic è protagonista dei primi canestri, Achonwa e Pastore di quelli che rimettono Napoli in partita. Sembra incredibile come dall’inferno, la Saces Mapei Givova salga fino in paradiso: il Valosun non segna più, anzi nei primi otto minuti dell’ultimo quarto non segna mai! E’ devastante il 16-0 disegnato dalle parabole di Pastore che scolpiscono sul tabellone elettronico il nuovo punteggio: 55-60! Quinn mette la propria classe al servizio della squadra e nonostante qualche errore gratuito dalla lunetta, Brno non ha più la forza di reagire: finisce 62-64 e la Dike è con un turno di anticipo tra le prime sedici squadre della competizione europea. Oltre a Pastore, assoluta MVP dell’incontro (4/7 da 3 in 35 minuti di assoluta qualità in mezzo al campo), preziose nell’economia della partita la doppia doppia di Burdick (12 punti ed 11 rimbalzi) e la pericolosità in attacco di Ivezic (13). Mercoledì prossimo a Miskolc la possibilità di centrare anche il primo posto nel girone: la giovane Dike mette alle spalle il periodo difficile e conferma di poter essere tra le grandi. E di poterlo fare da protagonista!

I tabellini. Per la Saces Mapei Givova Napoli: Fassina 5, Carta ne, Achonwa 4, Bocchetti 0, Ceccarelli ne, Pastore 16, Pappalardo ne, Ivezic 13, Burdick 12, Petronyte 7, Narviciute ne, Quinn 7. Valosun Brno: Vojtkova ne, Vlkova 9, Kopecka 0, Mrhalkova 4, Remenarova ne, Berankova 3, Sujanova 18, Sedlakova 8, Svrdlikova 2, Adamcova 8, Sanford 10.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author