Monopoli lotta e cede solo nel finale, Ceglie soffre ma alla fine vince con merito

Non riesce alla Cassandro Action Now! Monopoli l’impresa di violare il Palasport di Ceglie Messapica. Sarebbe stato un risultato veramente straordinario, considerate le premesse della vigilia: il team biancazzurro era reduce da una settimana a dir poco complessa, nella quale aveva dovuto salutare forzatamente i suoi due alfieri Hamilton e Gibbs, rientrati negli U.S.A. a causa delle note vicende relative al tesseramento degli atleti extracomunitari militanti in alcune formazioni di Serie C Silver. Torneo irrimediabilmente falsato da uno stop arrivato dopo ben 27 turni e che ha penalizzato alcune squadre molto più di altre. Monopoli, che aveva nel roster il miglior realizzatore ed il miglior rimbalzista del campionato, risulta certamente il team maggiormente danneggiato da questa brutta storia, che non mancherà certamente di avere strascichi anche a stagione conclusa.

I “superstiti” monopolitani (mancava anche Annese, che in serata ha esordito con Matera in B) sono scesi in campo a Ceglie intenzionati a disputare una partita coraggiosa, così come nei piani di coach Vozza. L’intento è in parte riuscito, poiché la forte compagine locale ha dovuto sudare per ben 38 minuti prima di raggiungere un margine di tutta sicurezza. Successo tuttavia ineccepibile quello dei padroni di casa, che hanno mostrato di avere maggiore precisione al tiro e qualità che hanno fatto la differenza. Su tutte la leadership e classe di Damiano Faggiano, che ha festeggiato le sue 42 primavere nel migliore dei modi, “spiegandola” ai suoi giovani avversari ed offrendo un saggio di come si possa dominare una partita facendosi letteralmente beffe degli acciacchi e degli insulti del tempo.

Buona comunque la prova dell’Action Now!, al di là di un passivo maturato nelle ultime battute e forse ingeneroso, poiché l’impegno profuso meritava uno scarto finale più ridotto. Coraggiose le prestazioni su tutti di capitan Calabretto (23) e Vuk Lazic (10 + 12 rimbalzi per il play croato del ’98), ma nessuno ha mai mollato la presa, malgrado le difficoltà di una serata in cui far canestro non è mai stato agevole.

Ad un solo turno dal termine, la Cassandro Action Now! è ancora solitaria al 7° posto in classifica. Acquisita ormai la certezza della permanenza in Serie C, nell’ultima gara interna di domenica prossima con il Mola dovrà cercare la qualificazione ai play – off. Vincendo, manterrebbe l’attuale posizione, che varrebbe l’incrocio con Ceglie o Manfredonia. Dopo un torneo vissuto sempre da grande protagonista e mai al di sotto di dove si trova adesso, la Cassandro Action Now! meriterebbe senz’altro di raggiungere la post season, che premierebbe gli sforzi immensi di dirigenti, tecnici ed atleti. Servirà una Palestra Melvin Jones gremita e tanto cuore per firmare l’impresa più bella, da dedicare anche a chi non ha potuto finire il proprio lavoro a Monopoli ed adesso tifa Action Now! dall’altra parte dell’Oceano Atlantico.

PETROLMENGA CEGLIE – ACTION NOW! MONOPOLI  83 – 66

(27 – 18; 46 – 32; 60 – 47)

PETROLMENGA CEGLIE: Rotundo 5, Coluzzi 12, De Angelis 21, Faggiano 34, Argentiero 11, Pannella, Esile, Blasi, Di Salvatore e Valentini n.e..  Coach: Santoro

ACTION NOW MONOPOLI: Stomeo 11, Liaci 7, Calabretto 23, Barnaba 4, Rotolo 7, Lazic 10, Giovinazzi 4, Miccoli, Settanni, Mitrotti n.e.. All. Vozza

ARBITRI: Caldarola e Giordano

UFFICIO STAMPA ASD ACTION NOW! BASKET MONOPOLI

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author