Montegranaro regala una finale già in tasca: passa l'Orzinuovi 65-66

PODEROSA MONTEGRANARO – AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI    65-66   (20-14, 18-19, 17-17, 10-16)

MONTEGRANARO: Dip 12, Paesano 4, Rivali, Marzullo, Bedetti 4, Broglia 10, Rizzitiello 18, Di Viccaro 5, Gueye 5, Diomede 7. All.: Ceccarelli

ORZINUOVI: Piunti 6, Valenti 12, Perego 6, Bona 9, Zambon, Fossati, Scanzi 4, Cantone 4, Ruggiero 16, Tourè 9. All.: Crotti.

Si spengono sul tiro sbagliato da capitan Broglia con dubbio contatto a fil di sirena le speranze di una XL EXTRALIGHT® che esce sconfitta ma con la testa altissima nella semifinale di Turkish Airlines Cup di serie B contro la Agribertocchi Orzinuovi. Un’altra prova da applausi per la Poderosa, seguita da oltre 200 tifosi colorati di giallo sugli spalti della Unipol Arena di Casalecchio di Reno, e per questo una beffa ancor più amara quella che sono costretti a digerire i ragazzi di coach Ceccarelli, avanti praticamente per 38’ anche con 18 lunghezze di vantaggio prima di soccombere nel finale davanti ad una Orzinuovi che oggi pomeriggio alle 15.15 si giocherà la coppa contro la Cuore Basket Napoli.

Peccato perché nella splendida Unipol Arena la Poderosa costruisce una partita sontuosa nella prima metà di gara, volando, come detto, fino al +18 trascinata da un infuocato Rizzitiello (16 punti con 4/4 dall’arco nel primo tempo) prima di subire la lenta ma inesorabile rimonta dei lombardi. Le chiavi dell’incontro stanno in qualche errore di troppo dalla lunetta (10/16 per la Poderosa, 12/12 per Orzinuovi) ma soprattutto nella marea di rimbalzi offensivi (ben 16) concessa dai gialloblu agli avversari, che proprio dalle seconde chance hanno trovato la forza per non sprofondare nella parte centrale del match, quella in cui la XL EXTRALIGHT® era sembrata assoluta padrona del campo. Alla lunga, però, scese le percentuali dall’arco, l’energia di Tourè e i canestri di Ruggiero hanno riportato a galla la Agribertocchi, che sorpassa per la prima volta solo a 1’ dalla sirena con l’appoggio al vetro di Valenti. La palla-match, però, se la gioca capitan Broglia: semigancio sbagliato, rimbalzo offensivo e nuovo errore a fil di sirena con un dubbio contatto non sanzionato dagli arbitri a mettere la Poderosa sul pullman per Montegranaro con un giorno di anticipo. Ora tre giorni di riposo per i gialloblu, che da mercoledì torneranno a tuffarsi sul campionato: domenica alla Bombonera c’è il derby contro la Goldengas Senigallia.

Queste le parole di coach Ceccarelli a fine partita: “Se alla vigilia di questa manifestazione ci avessero detto che non saremmo andati in finale per una sconfitta di un punto contro Orzinuovi ci avremmo messo la firma. Per quello che si è visto in questi due giorni, però, la firma non ce la mettiamo. I miei ragazzi hanno combattuto su ogni pallone, meritavano questa vittoria che però Orzinuovi ha meritato altrettanto. Per cui complimenti a loro, noi torniamo a casa coscienti del fatto che non c’è tutta questa disparità nel livello dei gironi, forse c’è differenza di fisicità ed intensità, quelle che Orzinuovi è riuscita a mettere soprattutto dal 15’ in avanti. Noi forse siamo rimasti un po’ spiazzati da questo, ma in partite secche come queste, da playoff, contano molto anche la garra, il cuore, gli attributi. Poi ci sono i dettagli: uscire da un timeout sul +4 e prendere una bomba dal loro miglior tiratore, giocarci l’ultimo possesso come vogliamo, con il post basso di Broglia, e non trovare il canestro. Che fosse fallo o no non cambia l’analisi della partita, gli arbitri sono l’ultima cosa di cui parlare dopo un bello spettacolo come quello offerto oggi dalle due squadre”.

Ufficio Stampa Poderosa Basket Montegranaro

Commenta
(Visited 53 times, 1 visits today)

About The Author