Montegranaro, ufficiale l'acquisto di La'Marshall Corbett

La Poderosa Pallacanestro Montegranaro è lieta di annunciare l’ingaggio per la prossima stagione dell’atleta La’Marshall Corbett, proveniente dalla Pallacanestro Mantovana (Serie A2 girone Est). Il giocatore, una guardia capace all’occorrenza di portare anche palla, occuperà uno dei due slot a disposizione per inserire dei giocatori extracomunitari.

Americano di Raleigh (North Carolina), classe 1988, 191 centimetri di altezza, il neogialloblu risponde alla perfezione all’identikit stilato dalla dirigenza e dallo staff tecnico per il ruolo di guardia titolare: un giocatore che già conosce il campionato di Serie A2, con tanti punti nella mani e che sia in grado di dare una mano in cabina di regia in caso di necessità.

Nel secondo campionato nazionale ha disputato le ultime due stagioni, brillando con tutte le tre casacche vestite: quella di Treviso, quella di Jesi (dove aveva diviso lo spogliatoio con il nostr Ousmane Gueye) e quella di Mantova. L’arrivo in Italia nell’estate 2015 in terra veneta, dove nelle prime 10 gare veleggia a 18,0 punti, 3,1 rimbalzi e 2,2 assist in 31,5 minuti di media. Una leggerezza gli costa una squalifica per doping di tre mesi e il taglio da Treviso, ma al rientro, nel mese di aprile 2016, Jesi fiuta l’affare e lo ingaggia per rinforzarsi nella volata salvezza. All’Aurora fa faville, segnando 22,5 punti nelle ultime due partite di stagione regolare e restando sopra quota 20 (20,8, con 2,8 rimbalzi e 2,0 assist) nelle cinque gare della serie playout contro Omegna che valgono ai leoncelli la permanenza in A2. Nella stagione passata la conferma di essere uno dei migliori giocatori dell’intera categoria con la maglia degli Stings di Mantova: 16,1 punti (con un season high di 34 contro Ferrara) col 54% da 2 ed il 39% da 3 con 2,7 rimbalzi e 2,3 assist senza mai saltare una partita sono roba da vera star.

Non c’è però solo l’Italia nella carriera di Corbett, che aveva mosso i primi passi da giocatore alla Bartlett Yancey High School per poi passare al college di Angelo State, nella Division II della Ncaa, dove nell’ultimo anno chiude con 20 punti, 4,5 rimbalzi e 2,0 assist. Nel 2011 viene inserito nel secondo quintetto All-American della Division II e successivamente inizia la sua carriera professionistica. Pur suscitando l’interesse di diverse franchigie Nba (è Michael Jordan in persona a fargli un provino per valutarne una potenziale scelta al Draft 2011), alla fine opta per iniziare la carriera europea, che inizia nel 2011/2012 dalla Polonia. Qui, nella massima serie, al Stabill Jezioro Tarnobrzeg è subito protagonista chiudendo il campionato con 16,1 punti, 2,5 rimbalzi e 2,5 assist con un ottimo 46% nel tiro da tre. Nei successivi due campionati si trasferisce in Francia dove disputa la Pro B (seconda lega nazionale). Nel 2012/2013 a Nantes realizza 13,0 punti, 1,8 rimbalzi e 2,2 assist; nel 2013/2014 a Rouen mette a referto 13,5 punti, 2,0 rimbalzi e 1,6 assist. Nel 2014/2015 il ritorno nel massimo campionato polacco con il Twarde Pierniki Torun dove chiude come non miglior marcatore con 16,7 punti, conditi da 3,0 rimbalzi e 3,1 assist, con il 47,6% da due, 41,7% da tre e l’82% ai tiri liberi.

Una curiosità: non sarà il primo giocatore americano nella storia della Poderosa, ma il secondo. Ad anticiparlo, ai tempi della Serie C2, fu Timon Farley.

Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author