Monteroni-Lions Bisceglie 58-85, i nerazzurri travolgono a domicilio il Monteroni

Monteroni-Lions Bisceglie 58-85

 

Monteroni: Balic 2 (0-4, 0-5), Lorenzo Calasso 11 (4-8, 1-2), Leucci 5 (1-4 da tre), Paiano 4 (2-7), Zanotti 16 (5-8, 1-4), Martina 12 (2-3, 2-4), Gianmarco Calasso, Luca Quarta, Ludovico Quarta. Allenatore: Massimo Dima.

Lions Bisceglie: Cucco 20 (4-8, 4-7), Bruno 7 (2-3, 1-3), Potì 17 (5-9, 2-5), Leggio 10 (2-2, 2-6), Antonelli 6 (3-5, 0-1), Bartolozzi 15 (6-9, 0-1), Di Emidio 6 (2-3 da tre), Chiriatti 3 (1-1, 0-1), Comollo 1, Totagiancaspro. Allenatore: Domenico Sorgentone.

Arbitri: Bernassola di Palestrina, Rubera di Roma.

Parziali: 19-29; 32-48; 51-65.

Note: nessun uscito per cinque falli. Tiri da due: Monteroni 16/36, Lions Bisceglie 23/37. Tiri da tre: Monteroni 5/21, Lions Bisceglie 11/27. Tiri liberi: Monteroni 11/15, Lions Bisceglie 6/10. Rimbalzi: Monteroni 32 (22+10, Zanotti 11), Lions Bisceglie 37 (27+10, Leggio e Potì 6). Assists: Monteroni 12 (Balic 9), Lions Bisceglie 12 (Bruno 6).

Un traguardo importante benché solo intermedio. I Lions hanno espugnato Monteroni centrando il dodicesimo successo in quindici incontri e chiudendo il girone d’andata al secondo posto in classifica, piazzamento che consentirà ai nerazzurri di partecipare alla Final Eight di Coppa Italia in programma a Bologna da venerdì 3 a domenica 5 marzo. La perentoria affermazione di Pescara sul parquet di Campli ha lasciato i farnesi a due lunghezze dal team di coach Domenico Sorgentone, che ha così potuto staccare il biglietto per l’atto conclusivo della competizione tricolore.

Il lungo viaggio verso il Salento nel fine settimana più difficile della Puglia sul piano climatico non ha distratto la formazione biscegliese, che a differenza della sfida di giovedì sera con Perugia non ha concesso agli avversari alcuna possibilità di riaprire l’incontro.

Malgrado la prematura salita a quota due falli di Riccardo Antonelli e Marco Cucco i nerazzurri hanno subito lavorato ai fianchi gli avversari trovando tiri ad alta percentuale grazie a un’ottima circolazione  di palla: il 5/7 nel tiro pesante e il 6/10 da due hanno permesso ai Lions di chiudere la prima frazione in vantaggio di dieci lunghezze.

 

Alessandro Potì, uno degli ex di turno, ha toccato la doppia cifra a inizio secondo parziale, servendo anche l’assist per la tripla di Edoardo Di Emidio che ha riportato Bisceglie sul +13 (21-34). Da quel momento in poi gli ospiti hanno amministrato la situazione, replicando a qualsiasi velleitario tentativo dei salentini di riaprire la contesa col contributo positivo di Riccardo Bartolozzi, Edoardo Di Emidio e Gianmarco Leggio. Monteroni ha reagito sul finire del terzo periodo, ricucendo fino al -11 dopo essere finita sotto di 19 ma Tato Bruno, da oltre l’arco dei 6.75, ha nuovamente ricacciato indietro la volenterosa compagine di casa. L’ultima spallata in apertura di ultimo quarto, col capitano Andrea Chiriatti per il +20 (73-53). Nei minuti conclusivi spazio a Flavio Comollo e Riccardo Totagiancaspro. Tripudio per i Lions al suono della sirena. Nonostante un calendario sfavorevole (scontri diretti con Campli, San Severo e Matera tutti in trasferta) i nerazzurri hanno fatto valere la pesantissima vittoria su Montegranaro, capolista in serie positiva che domenica 15 gennaio il team biscegliese proverà ancora una volta a fermare .

Comunicato a cura dell’Ufficio Stampa Lions Basket Bisceglie

Commenta
(Visited 37 times, 1 visits today)

About The Author