N.B. Sora 2000, Polidori: "Mi aspetto un gruppo più compatto"

Una sfida difficile, quella che attende la NB Sora 2000, pronta alla trasferta di domenica 16 ottobre, con l’Alfa Omega Basket. I biancocelesti arrivano alla partita con la coperta corta in merito alle rotazioni: a coach Polidori potrebbero mancare il play Galuppi e l’ala Milicevic, entrambi febbricitanti. Questo inizio di stagione ha visto il team lidense protagonista di un rendimento buono in trasferta, meno in casa, dove all’esordio ha ceduto le armi all’ Aprilia Basket per poi andando a vincere nella seconda giornata sul parquet del Basket Frascati. I delfini avranno dunque tutte le intenzioni a ben figurare davanti il proprio pubblico.

Si tratterà certamente di un test interessante per la difesa della NB Sora 2000 che vedrà in Di Pasquale e Di Pietro i giocatori da tenere a bada. I più in forma dei lidensi, così come testimoniato ampiamente anche le cifre da loro espresse.

Per i volsci ci affidiamo alla consueta analisi pre gara del coach ciociaro Maurizio Polidori: “Come sempre con la nostra solita accuratezza abbiamo analizzato la gara di domenica scorsa e abbiamo cercato di lavorare sui tanti errori commessi, ho detto ai ragazzi che non dobbiamo cercare i soliti alibi non dobbiamo nasconderci dietro la giovane età e la poca esperienza. Ci è servita la gara di Coppa Lazio contro Formia per provare a sistemare le tante cose che non funzionano a tratti ho visto finalmente una squadra. Durante gli allenamenti impegno fisico e mentale non sono certo mancati vorrei ricordare a chi non sa o a chi fa finta di non sapere che noi giochiamo questo campionato con una squadra praticamente Under 20 per nostra scelta. Le tante critiche che ci sono piovute addosso le accettiamo ma ricordo a tutti i soloni del basket sorano che il sottoscritto ha le spalle larghe e certamente non prende neanche in considerazione quelli che sono solo abili con la tastiera. Non accampo scuse ne comprensione ma sono solito fare i conti alla fine della stagione. A me non manca la pazienza di veder crescere i miei giovani giocatori, il lavoro in palestra non mi spaventa anzi non ci spaventa. Ci aspetta un’altra gara difficile del resto all’orizzonte non ne vedo una facile. Hanno cambiato allenatore dando una scossa alla squadra che praticamente è rimasta quasi la stessa dello scorso anno. Coach Sardo sa bene come si deve far giocare una squadra in questo campionato e dopo lo scivolone interno è andato a prendersi 2 punti pesantissimi fuori casa giocando una signora partita. Noi questa volta abbiamo pensato poco agli avversari che conosciamo e rispettiamo e sappiamo anche cosa fanno ma abbiamo soprattutto lavorato su noi stessi. Abbiamo bisogno di scrollarci dalle spalle le nostre insicurezze le nostre paure di sbagliare, i nostri tentennamenti difensivi e offensivi. Andremo quindi a giocarci la partita puntando su quello che oggi siamo in grado di esprimere meglio. Vorrei vedere in campo più energia, più sicurezza nei propri mezzi, più entusiasmo e più collaborazione tra i ragazzi. Il risultato conta anche per noi ed è bene che il nostro gruppo cominci a crederci con più determinazione”.

Fonte: Ufficio stampa N.B. Sora 2000

Commenta
(Visited 46 times, 1 visits today)

About The Author