Napoli si esalta ma soffre: serie pareggiata, non basta un super Birindelli alla Virtus Cassino: finisce 85-78

Doveva essere la partita del riscatto, così è stato: il Cuore Napoli Basket fa sua gara-2 contro una tenace Virtus Cassino, che nel finale ha spaventato i biancazzurri. Serie pareggiata, dunque, in attesa del terzo atto nel Lazio. L’atmosfera del PalaBarbuto è focosa: tanti spettatori presenti al palazzetto, molti abituali frequentatori del San Paolo, che si sono ritrovati all’impianto di Fuorigrotta. Per l’occasione, inoltre, il presidente Ciro Ruggiero ha voluto seguire la partita in gradinata insieme agli ultras.

L’inizio è favorevole alla squadra di Ponticiello, che parte con la faccia giusta. Le mani di Barsanti sono fredde, però, le sue conclusioni dall’arco non entrano e Napoli fatica a staccare subito gli avversari. Il parziale per il primo allungo tuttavia arriva con le triple di Visnjic e Mastroianni, quest’ultimo in forma smagliante: è 17-7 a metà primo quarto. Birindelli prova a fermare la carica dei padroni di casa, ma un super Marzaioli in uscita dalla panchina segna due canestri consecutivi, di cui l’ultimo impossibile allo scadere da fondo, per il 27-16 con cui si chiude la frazione iniziale. Nel secondo periodo il Cuore dà continuità: la stoppata di Matrone su Bagnoli infiamma il PalaBarbuto e lancia un altro parziale per la Generazione Vincente che vola sul 34-20 dopo la tripla di Murolo. La Virtus perde la calma, Bagnoli becca un tecnico ma Cassino finalmente trova punti da Petrucci con una gran penetrazione (35-22). Murolo dall’arco porta a 18 punti il vantaggio napoletano, è ancora Birindelli a mettere una toppa. La gara diventa fallosa, ma dalla lunetta è più fredda la squadra di Ponticiello che all’intervallo va a riposo sul 50-29.

Al rientro dagli spogliatoi, Mastroianni conferma di essere in serata con una tripla in apertura di quarto. Napoli tiene bene anche l’arrembaggio dei frusinati, trascinati dalle triple di Petrucci e Sergio, per il 62-44. Paura per Andrea Barsanti: la guardia, su un contatto duro proprio con il 32 rossoblu, batte la testa e si procura un taglio sul sopracciglio. Gli arbitri, dopo un breve consulto, optano per il fallo antisportivo, mentre il 9 napoletano è costretto ad uscire per ricevere le cure. Il gioco resta fermo diversi minuti per ripulire il parquet sporco di sangue. La tripla a fine quarto di Birindelli porta la Virtus sul -14 all’ultimo periodo (67-53). Allo stesso modo si apre anche la frazione conclusiva: altri cinque punti del numero 20 assottigliano il divario, sul 67-58. Napoli pesca la tripla di capitan Maggio per riprendere fiato, Nikolic attacca con convinzione e il Cuore allunga ancora (72-58). E’ lo strappo decisivo, con la Virtus che perde anche Bagnoli: l’applauso al direttore di gara costa il quinto fallo al numero 13, che conclude la partita con sei minuti d’anticipo. Panzini cerca di tenere in vita i laziali, con la tripla del 73-60. Il rientro di Barsanti, bendato e con una canotta diversa dalla propria, provoca il tripudio del PalaBarbuto. Birindelli è l’ultimo a mollare: altri cinque punti di fila, Nikolic risponde col piazzato dal semiangolo. Il Cuore riesce a gestire gli ultimi minuti intensi: il sottomano di Sergio vale il -7 (78-71), ma Visnjic trova due punti d’oro nel pitturato nel possesso successivo, quando manca un solo minuto alla sirena. La tripla di Petrucci mantiene la Virtus in partita nei 40” finali (82-76), ma Barsanti e Maggio dalla lunetta fanno tre su quattro e scrivono la parola “fine” ad una bellissima gara-2.

CUORE NAPOLI BASKET – BPC VIRTUS CASSINO 85-78
(27-16, 50-29; 67-53)

CUORE NAPOLI BASKET: Rappoccio, Murolo 9, Barsanti 9, Mastroianni 15, Ronconi, Matrone 3, Maggio 6, Visnjic 16 (12 reb), Nikolic 17, Marzaioli 10. All.: Ponticiello.
VIRTUS CASSINO: Quartuccio, Panzini 9, Guglielmo, Marsili, Del Testa 7, Petrucci 15, Birindelli 25 (11 reb), Sergio 9.

Arbitri: Giovannetti e Di Franco.

Commenta
(Visited 657 times, 1 visits today)

About The Author

SALVATORE MALFITANO Classe ’94, napoletano, studente di legge e giornalista. Collaboratore per Il Roma dal 2012 e per gianlucadimarzio.com, direttore di nba24.it e tuttobasket.net. Appassionato di calcio quanto di NBA. L'amore per il basket nasce e rimarrà sempre grazie a Paul Pierce. #StocktonToMalone