Dopo la Nazionale, Burns e Crosariol si concentrano su Cantù

La Nazionale italiana del nuovo commissario tecnico Meo Sacchetti torna dalla Croazia con una vittoria importante, su un campo importante. Alla “Drazen Petrovic Arena” di Zagabria gli azzurri battono i padroni di casa 80 a 64, centrando così il secondo successo nel Girone D delle qualificazioni ai Mondiali di Cina 2019. Tra i protagonisti della vittoria degli azzurri sul campo della Croazia ci sono anche i biancoblù Andrea Crosariol e Christian Burns, partiti entrambi in quintetto nel match di ieri sera, con quest’ultimo decisivo nella rimonta dell’Italbasket nel primo tempo. Per Burns – quella contro la selezione croata – è stata un’ottima performance, chiusa con 8 punti a referto (4/6 da due) in 23’ di impiego. Ma la prestazione del “nostro” Christian va al di là delle statistiche: la sua grinta infatti non è mancata nemmeno in campo internazionale, dove – nonostante la stazza inferiore – ha saputo lottare contro avversari di ruolo più quotati come Darko Planinic e Miro Bilan. Meno brillante, invece, la serata personale di Andrea Crosariol, in campo soltanto nei primi 4’ iniziali. Il centro della Red October Cantù torna comunque in Brianza con la consapevolezza di essere una pedina importante per la Nazionale di Meo Sacchetti, il quale lo ha schierato da titolare sia nella partita contro la Romania che in quella fuori casa con la Croazia. Ora, però, testa al campionato: i due lunghi biancoblù torneranno a disposizione di coach Marco Sodini per l’importante sfida di lunedì prossimo contro la Leonessa Brescia, capolista solitaria della Serie A con 8 vittorie in altrettante gare disputate.

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author