NBA-Zena "A" vs NBA-Zena "B": derby o festa?

In ogni sport di squadra, il “derby” di norma è un’occasione particolare: incontri ad alta intensità, tifoserie con adrenalina crescente man mano che si avvicina “la data”, e gli immancabili sfottò a carico di chi perde almeno fino al derby successivo..
Appunto, di norma… il derby che sarà disputato sabato alle ore 15 al PalAuxilium di via Cagliari sfugge però a questa norma.
Non sarà infatti un incontro tra due diverse squadre della stessa città, ma vedrà affrontarsi due diverse formazioni della stessa società, nella stessa categoria (Under16) e con giocatrici che nelle rotazioni dello staff tecnico si allenano spesso insieme.
Stiamo parlando infatti del derby tra NEW Basket A-Zena A e New Basket A-Zena B, le due formazioni che, dopo le prime due giornate, guidano a punteggio pieno il girone B del Campionato Regionale Under16.
Qualcuno potrà obiettare sulla consistenza del “punteggio pieno” dopo due sole giornate.. ed invece il dato ha un significato particolare.
Le due formazioni (la “A” guidata da Daniele Albano e la “B” guidata da Jacopo Oneto) hanno compiuto due imprese, vincendo rispettivamente con le Girls Spezia (in casa, dopo un supplementare, recuperando 14 punti negli ultimi 5 minuti) ed in trasferta con il Basket Marola (con una gara sempre al comando), superando quindi le due formazioni sulla carta favorite per l’accesso (due posti) alla poule Elite di categoria, testimonianza concreta, quindi, della qualità delle due formazioni genovesi.
Come sottolinea Andrea Grandi, responsabile dello staff tecnico dell’NBA-Zena: “sabato pomeriggio, benché ‘partita vera’, non dovrà essere un derby ma una vera e propria festa, la prima grande occasione per festeggiare, tutti insieme, una realtà nata da poche settimane“.
E questo è probabilmente l’aspetto più importante: le formazioni giovanili che in questa stagione sono presenti come NBA-Zena sono in realtà l’espressione di un lavoro condiviso tra diverse società, un percorso già avviato da tempo dal sodalizio rosanero e che in questa stagione, effettuata la dolorosa rinuncia a campionati nazionali o senior, ha trovato l’impulso per un ulteriore passo in avanti.
Oltre ad NBA-Zena il “contenitore” giovanile femminile comprende (sia pure con apporti numericamente diversi) anche giocatrici di Virtus Genova (società satellite dell’NBA-Zena), PGS Auxilium, Sidus, Ardita Nervi, MyBasket, Uisp Rivarolo e Meeting; lo staff tecnico coordinato da Andrea Grandi è composto da Daniele Albano, Jacopo Oneto, Guido Griffanti ed Andrea Brovia che devono suddividere il loro lavoro, stante la situazione, difficile, degli impianti in città, su ben 6 diverse palestre.
Gli aspetti organizzativi, in stretta condivisione con le diverse società, sono curati da Chiara Tallone.
L’obiettivo è quello di consentire alle ragazze genovesi appassionate di basket di poter percorrere tutta l’attività giovanile e contemporaneamente costruire le premesse affinché, a breve, risorse economiche permettendo, Genova possa tornare nel panorama cestistico nazionale femminile con un roster in gran parte composto da giocatrici cresciute all’interno di questo “contenitore”.
Nel frattempo ben vengano occasioni di festa come quella rappresentata dall’incontro in programma sabato 31 ottobre, ore 15, al PalAuxilium, in cui saranno presenti, per le foto ufficiali di rito, tutte le giocatrici in rosanero che quest’anno prenderanno parte ai campionati giovanili
Comunque vada, sarà un successo…
p.s.: il “contenitore” ha già un nome, si chiama “PinkBasketballGenova”… ma di questo parleremo un’altra volta..

 

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author