Nessun atto vandalico a Sarno, ma soltanto un esempio di civiltà

L’amarezza maggiore non arriva da ciò che è successo in campo, per la Montoro Angri. Ma dal seguito che ha ricevuto un’informazione imprecisa su quanto è accaduto durante e dopo la gara.

I FATTI – Angri era di scena a Sarno, per giocare contro la Galletto. Il gruppo di tifosi al seguito della squadra ospite ha sostenuto vivacemente i propri beniamini. Alcuni si sono messi all’in piedi sui sediolini, che già instabili, si sono divelti. Tuttavia, la denuncia dell’accaduto o perlomeno un tentativo di riposizionare le sedute nel modo corretto da parte dei responsabili non è avvenuto in maniera tempestiva. Con una grande dimostrazione di correttezza e amicizia, i presidenti delle due squadre hanno avuto un confronto al termine della gara per delle scuse e per stabilire le modalità di risarcimento del danno, il tutto nel massimo rispetto di un tifo forse eccessivo, ma non vandalico. Il danneggiamento della struttura, dunque, è stato sin da subito considerato colposo e non intenzionale.

L’EPILOGO – A conferma di quanto raccontato finora, il giorno successivo alla partita, i ragazzi autori dei danni hanno ripristinato, a spese della Montoro Angri, i sediolini al proprio posto, rimediando interamente ai disagi procurati. Il Basket Sarno, inoltre, ha prontamente accettato le scuse e apprezzato la veloce riparazione. Un gesto di gentilezza a cui, forse, si è sempre poco abituati. Il presidente di Angri, Alfonso Campitiello, ha poi a più riprese ringraziato il club sarnese per la disponibilità, la comprensione e la collaborazione, che hanno permesso all’accaduto di essere minimizzato e subito risolto. Per dissipare ogni ipotesi di malumori, l’immagine in alto vede ritratti appunto i tifosi di Angri e il presidente del Basket Sarno con i sediolini “incriminati”. Con l’augurio che tutto lo scalpore creato intorno alla vicenda, possa trasformarsi in un’occasione per mettere in risalto i valori più sani di sport e civiltà. Un binomio sempre più raro, eppure sempre così prezioso.

 

Commenta
(Visited 881 times, 1 visits today)

About The Author

SALVATORE MALFITANO Classe ’94, napoletano, studente di legge e giornalista. Collaboratore per Il Roma dal 2012 e per gianlucadimarzio.com, direttore di nba24.it e tuttobasket.net. Appassionato di calcio quanto di NBA. L'amore per il basket nasce e rimarrà sempre grazie a Paul Pierce. #StocktonToMalone