New Mola Basket, ad Altamura per dare continuità ai risultati

Due vittorie consecutive danno una ricarica energetica non da poco, se poi ci aggiungiamo che la prima e’ arrivata in trasferta sul campo di una delle squadre più forti della categoria e la seconda in pratica all’ultimo tiro, un attimo prima della sirena, a coronamento di un ribaltone attuato negli ultimi 40 secondi, la sensazione e’ se possibile ancora più positiva. Domenica va in scena la giornata di campionato numero sette, con trasferta programmata in quel di Altamura, contro un avversario con gli stessi nostri punti – sei – in classifica. Una Libertas rimontata in maniera incredibile dalla Lupa Lecce nell’ultimo turno di campionato, passando dal più 18 della fine del terzo quarto al -7 della sirena. Stop dopo una striscia di tre vittorie consecutive contro Manfredonia, Vieste e Castellaneta, giocherà la seconda sfida consecutiva in casa per tornare ai due punti, spinta dalla verve offensiva di Lasorte (17 punti per allacciata di scarpe) e dalla ottima propensione a rimbalzo dei suoi due stranieri Dondur e Vigor, 10 e 9 per singola partita.

Sulle proprietà rigeneranti dei due punti abbiamo sentito coach Castellitto: “Sicuramente vincere è la cura migliore, soprattutto per un gruppo come il nostro, molto giovane, e che deve costruire le proprie fortune sul lavoro quotidiano. Vincere ti aiuta perchè fa capire ai ragazzi che il lavoro che si sta facendo è giusto, e che deve continuare a farci migliorare.

Come ho detto alla squadra, non abbiamo fatto nulla, anzi, adesso dobbiamo spingere sull’acceleratore, in un campionato così equilibrato, la mentalità può fare veramente la differenza! Altamura squadra completa, allenata molto bene, con personalità, vedi le due vittorie in trasferta sui campi ostici di Manfredonia e Vieste. È inutile citare i singoli, la Libertas ha un gruppo di giocatori che conosce già da anni il nostro campionato, a cui ha aggiunto 2 ottimi stranieri, VIGOR E DONDUR, due lunghi davvero importanti per la categoria. Sicuramente troveremo una squadra arrabbiata data l’ultima rocambolesca sconfitta contro la Lupa che li vedeva avanti di 18 fino alla fine del terzo quarto per poi perdere di 7 lunghezze.

Noi dalla nostra stiamo recuperando gli acciacchi che hanno costellato la settimana pre Manfredonia e dobbiamo continuare a lavorare duramente per migliorarci quotidianamente nei singoli e come squadra. Ho un gruppo di giocatori disponibili a sacrificarsi e questo facilita tanto il lavoro mio e del mio staff, sono davvero orgoglioso di ciò che stiamo facendo. Consapevolezza delle nostre qualità perchè vogliamo presentarci ad Altamura e dare il 110% per prendere i 2 Punti!”

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.