NIENTE DA FARE PER LA SACES MAPEI GIVOVA CONTRO LO SPARTAK

Accoppiamento dei sedicesimi di finale di Eurocup non fortunatissimo per la Saces Mapei Givova che incrocia lo Spartak Mosca in una gara in cui non è consentito sbagliare in vista della partita di ritorno che si giocherà tra una settimana in Russia. La Dike di coach Ricchini può schierare tutto il nucleo delle italiane con l’aggiunta delle quattro stelle straniere Petronyte, Achonwa, Burdick e Quinn. L’obiettivo tattico è quello di non consentire alla giovane formazione ospite di riuscire ad incanalare l’incontro sui binari della fisicità e del dinamismo, particolarmente congeniali alla propria struttura di squadra. L’inizio infatti vede le russe scappare subito sullo 0-8 spinte dalle due stelle Vadeeva e Meesseman. Primi cinque minuti difficilissimi per la Dike che soffre la pressione delle esterne avversarie e, complice un eccesso di precipitosità in attacco va sul 5-15 prima che il risveglio di Achonwa permetta di riavvicinarsi sul 13-18. Il quarto si chiude definitivamente sul 13-20 ed è ancora peggio l’inizio del secondo perché il break di 9-0 a favore dello Spartak segna il massimo svantaggio: 13-29 ed inerzia tutta per le viaggianti. Qui però Pastore inizia ad imprimere al proprio attacco la determinazione giusta e la Saces Mapei Givova piazza il contro-break che riporta il punteggio nuovamente con le napoletane sotto la doppia cifra di distanza (22-29). Petronyte ed Achonwa si trovano benissimo sotto canestro ma di contro soffrono la velocità dei pivot in casacca rossonera che corrono a chiudere i contropiedi che fissano il punteggio del primo tempo sul 27-39. Purtroppo il rientro dagli spogliatoi non è quello che i tifosi si aspettano: il 17-0 (27-56) con cui lo Spartak apre la ripresa è tremendo ed impone alla Dike una rincorsa piena di sofferenza. La grinta di Quinn consente ti tenere viva la partita che ha in Carta delle belle invenzioni a fine periodo. Al trentesimo il risultato è 38-60 con Meesseman e Gladkova a dare punti e sicurezza alla propria squadra. Gli ultimi dieci minuti vivono di una sostanziale parità nelle realizzazioni, con la Dike che trova ancora in Carta ed Achonwa i canestri che mandano definitivamente le due squadre negli spogliatoi sul 59-81: sarà ora la trasferta di giovedì prossimo a Mosca a mettere la parola fine su chi supererà i sedicesimi di finale di questa Eurocup 2015-2016. Servirà un’impresa…vale la pena tentarla!

I tabellini. Per la Saces Mapei Givova: Fassina 0, Carta 12, Achonwa 19, Pappalardo ne, Bocchetti 0, Ceccarelli ne, Pastore 3, Burdick 10, Petronyte 9, Narviciute ne, Quinn 6. Spartak Mosca: Kiseleva 2, Vadeeva 14, Meesseman 17, Novikova 7, Kolosovskaia 10, Namok 9, Riavkina 0, Gladkova 13, Musina 9, Finogentova ne.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author