Nikolic e Barsanti mettono le ali al Cuore Napoli: vittoria in extremis su Cassino e primato confermato

All’insolito orario delle 17, per evitare concomitanze con Napoli-Juventus, il Cuore Napoli Basket torna di scena al PalaBarbuto dopo soli tre giorni dalla vittoria con Teramo. Ospitano Cassino, i napoletani, per confermare ancora una volta il primato nel girone C di Serie B.
L’avvio della squadra di Ponticiello, che sceglie il solito quintetto di partenza, è ruggente: parziale di 8-0 nei primi due minuti, griffato da Barsanti che prima chiude un alley-oop con Visnjic e poi trova la tripla. Il primo quarto è tutto del numero 9 napoletano, che si ripete con un gioco da tre punti poco dopo per il 13-3. La Virtus comincia ad entrare nella partita grazie alle due triple di Petrucci e alla conclusione dall’arco di Panzini, che avvicinano gli ospiti (16-9). Tuttavia, Barsanti è irresistibile e per due possessi di fila va a segno da tre senza ritmo, tenendo Cassino a distanza di sicurezza. I laziali, però, trovano soluzioni importanti dalla panchina con Valesin, la cui tripla vale il 28-21. Il finale di primo quarto è tutto del Cuore, con il tiro da tre di Visnjic per il 33-24. Il secondo periodo si apre col parziale di 0-5 per Cassino, con i canestri di Quartuccio e Valesin, ma la risposta del Napoli arriva impetuosa con nove punti di fila con le conclusioni di Murolo, Nikolic e Barsanti. Il resto della frazione è un botta e risposta continuo tra le squadre, con la Virtus che può sorridere con Bagnoli, diventato un fattore nel periodo. Il primo tempo si chiude sul 50-41, ma il Cuore deve fronteggiare il problema falli di Barsanti, a quota 3 dopo i primi 20′.
Al rientro dagli spogliatoi, i rossoblu riducono il gap con le giocate di Valesin e Birindelli, che costringono Ponticiello al timeout sul 56-50. Ad ogni modo, quando le cose si complicano, il Cuore sa di potersi affidare a Barsanti, ancora a segno dall’arco e con i due punti di Nikolic i padroni di casa allungano sul +11. Panzini risponde dall’arco, ma Napoli muove benissimo la palla con la regia di Murolo, che pesca l’ala serba che segna e subisce fallo (64-53). La Virtus tenta di coinvolgere maggiormente Bagnoli in attacco, ma Matrone prima lo stoppa e poi intercetta il passaggio in post per numero 13 cassinate; nulla può però quando viene bruciato l’aiuto dell’ex Scafati per il 64-55. Il virtussino è croce e delizia per i suoi: il suo piazzato vale il -7, ma sul possesso successivo commette il 4° fallo, che costringe Vettese a richiamarlo in panchina. Il terzo quarto si chiude sul 66-59, in favore del Cuore Napoli Basket. L’ultimo periodo si apre con una maggiore intensità. Protagonista assoluto Birindelli, che prima segna e subisce fallo, concretizzando il gioco da tre punti, poi commette un fallo antisportivo su Marzaioli, che dalla lunetta è perfetto (70-62). Il numero 20 rossoblu va ancora a segno, gli allenatori cambiano nel momento più delicato della partita. Ponticiello fa entrare Matrone (che ferma subito fallosamente Birindelli ed esce subito dopo) e Barsanti, Vettese rimette dentro Bagnoli. Cassino è a sole cinque lunghezze quando mancano poco più di 7′. Nikolic ferma l’emorragia col piazzato dal mezzo angolo, ma Petrucci risponde puntuale con una bella penetrazione sulla linea di fondo (72-67). Visnjic risponde a Bagnoli nel pitturato, con il Cuore che mantiene i due possessi di vantaggio, ma la tripla di Quartuccio riduce al minimo lo scarto sul 74-73, quando mancano soli due minuti al termine. Panzini ha la palla del sorpasso tra le mani, ma sbaglia la tripla aperta; errore anche più clamoroso quello di Birindelli, che totalmente libero fallisce un facile appoggio a tabella. Murolo allora pesca la penetrazione del 76-73, risolvendo così il problema di un attacco colpevolmente troppo statico nella situazione. La Virtus chiede il minuto di sospensione, con 40” da giocare ancora; in uscita da timeout, i rossoblu cercano Birindelli, ma la difesa di Barsanti è perfetta, il numero 20 deraglia. I laziali hanno ancora a disposizione il tiro del pareggio, dopo l’errore di Mastroianni in avvicinamento, ma la tripla di Petrucci trova soltanto il ferro.
Sul filo del rasoio, il Cuore Napoli riesce a venire a capo di una partita complicatissima, per l’intensità incredibile della Virtus, che dimostra ancora una volta di avere i mezzi per ambire a posizioni di classifica più alte.
Cuore Napoli Basket-Virtus Cassino 76-73
(33-24, 50-41; 66-59)

CUORE NAPOLI BASKET: Rappoccio, Murolo 8, Barsanti 21, Crescenzi, Mastroianni 10, Ronconi, Matrone 2, Visnjic 11, Nikolic 22, Marzaioli 2. All.: Ponticiello.
VIRTUS CASSINO: Quartuccio 6, Panzini 8, Valesin 7, Marsili, Del Testa 2, Bagnoli 14, Serra, Petrucci 20, Birindelli 13, Sergio 3. All.: Vettese.

Commenta
(Visited 328 times, 1 visits today)

About The Author

SALVATORE MALFITANO Classe ’94, napoletano, studente di legge e giornalista. Collaboratore per Il Roma dal 2012 e per gianlucadimarzio.com, direttore di nba24.it e tuttobasket.net. Appassionato di calcio quanto di NBA. L'amore per il basket nasce e rimarrà sempre grazie a Paul Pierce. #StocktonToMalone