Notte fonda per Milano, lo Zalgris domina l'ultimo quarto e porta a casa il successo

La vittoria attesa per curare con un’iniezione di fiducia i mali dell’Olimpia non arriva. Lo Zalgiris controlla la partita nel primo tempo, l’Olimpia si scuote forte e a tratti difende e corre bene nel cuore del terzo periodo volando anche a più quattro salvo spegnersi ancora come troppe volte le succede quando le cose non vanno bene. Il finale è 78-70 per i lituani.

IL PRIMO TEMPO – La difesa dell’Olimpia non regge lo “spacing” dello Zalgiris, Pangos e Ulanovas segnano da tre, Lima schiaccia e al primo time-out, metà qurto, il punteggio è 12-4 Kaunas, prima di un gioco da tre punti di Dragic. Coach Repesa rimescola le carte usando tutto il secondo quintetto. Trae qualche beneficio dal gioco spalle a canestro di Macvan. Simone Fontecchio segna il primo canestro della sua carriera europea. Una tripla di Kalnietis riduce il divario a tre punti, ma alla fine del quarto è 21-16 Zalgiris. Il vantaggio massimo lituano torna a quota otto punti, poi l’Olimpia prova a rispondere con due playmaker in quintetto, Hickman e Kalnietis, che attaccano l’area mentre Fontecchio – cui fischiano tre falli subito – deve tornare in panchina e far posto ad un assetto in cui Dragic è il terzo esterno. E’ lui chiudendo un contropiede dopo una tripla di Sanders a ricucire a meno tre, 33-36 all’intervallo.

IL SECONDO TEMPO – Arturas Milaknis segna due volte da tre, la sua specialità, in avvio di ripresa. I due canestri valgono il 6-0 che spinge lo Zalgiris avanti di nove, sul 42-33, con il time-out di emergenza di Coach Repesa. L’Olimpia piazza un 7-0 che parte con una tripla di Hickman e poi viene completato da due palle rubate a metà campo, che generano una schiacciata tonante di Sanders e poi un lay-up di Hickman per il meno due che forza il time-out di Coach Jasikevicius. Ma al rientro la rabbia agonistica dell’Olimpia si traduce in una difesa finalmente aggressiva e produttiva. Dragic in contropiede pareggia, Sanders con una seconda schiacciata porta Milano avanti. I punti di margine diventano quattro, ma lo Zalgiris risponde subito, prima Kavaliauskas con un gancio poi Motum dalla lunetta. Hickman da tre prova ad allungare ma lo Zalgiris qui ritrova lucidità in attacco, segna in sei possessi consecutivi e rimette la testa avanti. Hickman risponde con una seconda tripla. Javtokas segna con un lay-up e alla fine del terzo è 56-56. Milaknis segna ancora due triple consecutive e improvvisamente lo Zalgiris schizza avanti di sei. Pangos firma un parziale di 11-0 che con Sanders fuori per infortunio sembra una punizione. Macvan blocca l’emorragia con un jumper dall’angolo. Ma è solo un attimo perché tutto ad un tratto lo Zalgiris diventa padrone della partita. Kalnietis prova a scuotere i suoi, prima con un’entrata lungolinea poi con un canestro da tre. Ma è solo un tentativo, poi lo Zalgiris controlla il finale.

Commenta
(Visited 18 times, 1 visits today)

About The Author