Novipiù Casale-Blu Basket Treviglio 73-78, la squadra di Ramondino non trova continuità

Sembra partire per il verso giusto la Novipiù che chiude in vantaggio i primi due quarti, ma un black-out nel terzo quarto dà il via a Treviglio che ottiene la vittoria 73-78. A nulla valgono i 14 punti di Tomassini e Blizzard.

Il canestro di Martinoni apre la partita, seguito dai liberi di Marini. Natali scalda subito la mano e infila la tripla del 7-2, ma Sorokas non ci pensa due volte a far muovere la retina di Treviglio, impattando così la partita. Il ritmo della gara è alto e Rossi tiene aggrappato i suoi (15-13); ma Blizzard e Natali infiammano la retina e il pubblico rossoblu in un amen: Genovese realizza entrambi i tiri a disposizione seguito a ruota da Martinoni e il primo quarto termina 26-21.

I due canestri di Di Bella aprono il secondo quarto, mentre dopo Treviglio non riesce a trovare la continuità precedente e il punteggio è 31-24. La Novipiù alza la difesa e Martinoni continua a macinare punti per i rossoblu e complice anche Tomassini a 4’ dall’intervallo le due squadre sono sul 37-28. Sorokas prova a cercare una reazione nei lombardi seguito da Nwohuocha, ma Tolbert ed Emegano suonano la carica e si va all’intervallo sul 41-36. 

Sollazzo inaugura il terzo quarto, mentre per la Novipiù è Tolbert il primo a realizzare: Treviglio prova a spingere fin dai primi minuti e Marini firma il 43-44. Casale sembra in trance e gli ospiti continuano a far muovere la retina con Marino e Sollazzo e volano sul 45-52; i rossoblu ci credono e Blizzard è chirurgico dalla lunetta, mentre anche Severini va a referto. Tomassini e Blizzard dall’arco riportano Casale sul 57-59.

Blizzard muove subito la retina, ma Treviglio risponde con Nwohuocha: ancora Marini e gli ospiti allungano sul 59-63. Emegano, Blizzard e Severini riportano Casale in vantaggio (66-63); arriva ancora la mano calda di Marino per Treviglio, mentre i rossoblu continuano a lottare su tutti i palloni e Tomassini impatta sul 71-71. Cesana realizza da tre punti e i rossoblu litigano con il ferro: Tomassini va a segno dalla lunetta, imitato da Marino, ma Pecchia la chiude 73-78.

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO – BLU BASKET TREVIGLIO: 73-78 (26-21; 41-36; 57-59)

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Tolbert 12, Denegri ne, Tomassini 14, Natali 8, Blizzard 14, Di Bella 5, Martinoni 11, Emegano 5, Severini 4, Ruiu, Valentini ne, Bellan ne. All. Ramondino

BLU BASKET TREVIGLIO: Cesana 6, Pecchia 2, Dessì ne, Sorokas 15, Marino 18, Marini 13, Mezzanotte ne, Genovese 2, Rossi 5, Nwohuoche 2, Sollazzo 15. All. Vertemati

LE DICHIARAZIONI – Coach Marco Ramondino:Complimenti a Treviglio, sapevamo di incontrare una squadra nel vero senso della parola, ci hanno fatto male con modi e giocatori diversi. Noi abbiamo giocato con un ritmo diverso dal solito, cercando di evitare di incastrarci troppo nel gioco a metà campo, abbiamo aumentato un po’ il numero dei possessi, ma l’inizio del terzo quarto ci ha tolto quanto fatto di buono prima. Dobbiamo contenere le sbandate che abbiamo, quando tu perdi fiducia, gli avversari acquistano certezze: oggi questo ci è costato tantissimo. E’ stata l’ennesima partita che si è decisa punto a punto e dobbiamo essere maturi nel guardare a quello che facciamo anche lontano dal finale: le molte palle perse, anche non forzate dagli avversari, ci limitano. Dobbiamo sempre essere in grado di fare le giuste giocate, il giocare male è lo specchio del fatto che non siamo mentalmente presenti in campo”.

Coach Adriano Vertemati:E’ stata una partita molto dura, con un approccio energico di Casale e una gran voglia di correre da parte loro. Siamo stati bravi a non disunirci, a rimanere presenti e poi ad avere un ottimo inizio di terzo quarto offensivamente e difensivamente. Siamo stati bravi a fare le cose giuste nei momenti chiave della partita. Un grande complimento va quindi ai miei giocatori che stanno crescendo e hanno vinto contro una squadra in salute e che ha giocato bene”.

Giovanni Tomassini: Sono stati bravi e si sono meritati la vittoria, noi abbiamo avuto disattenzioni difensive, e ogni tanto durante la partita ci manca entusiasmo. I dettagli nelle partite punto a punto fanno la differenza e le palle perse sono sanguinose, oggi ci siamo trovati a rincorrere nell’ultimo quarto e quando non sei concentrato, paghi tu. Questa era l’opportunità giusta per uscire da un periodo negativo e speravamo di farcela, il rammarico è quello di non aver vinto una partita che ci avrebbe fatto allenare con più serenità mentale e con più entusiasmo”.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa AS Junior

Commenta
(Visited 42 times, 1 visits today)

About The Author