Novipiù Casale-Mens Sana Siena 57-58, i toscani passano al PalaFerraris

Novipiù Casale – Mens Sana Siena è una partita che i rossoblu non riescono a gestire, subendo fin da subito l’aggressività di Siena, complici le realizzazioni di Vildera. Casale chiude in svantaggio tutti i quarti, nonostante provi, comunque, a lottare su ogni palla; ma nel momento finale sbate ancora una volta contro la difesa dei ragazzi di coach Griccioli, cedendo così 57-58.

Tolbert apre la partita ma è pronta la risposta di Saccaggi, ancora Siena con la tripla di Flamini ma Denegri accorcia sul 4-5. La Novipiù sembra patire il forte avvio dei senesi, complice anche una non continuità a canestro: Vildera continua a far muovere la retina, ma Severini piazza la tripla del 9-11 a 3’ dal termine. Denegri e Flamini si rispondono a vicina dai 6.75, ma è ancora una volta Vildera ad andare a segno per gli ospiti, mentre il ferro respinge i tiri di Denegri e Martinoni e il quarto si conclude 16-21.

La combo canestro-fallo di Vildera mette a referto i primi punti del secondo quarto, mentre una Novipiù assente in difesa va a -10 (16-26) obbligando coach Ramondino al time out. Al rientro è Di Bella a provare a scuotere i suoi, seguito da Tomassini e Casale adesso si alza anche in difesa: i rossoblu vanno a segno con Tolbert e Natali e si riportano così sul 25-28 a 3’ dal termine. Severini si fa sentire sotto canestro sia in difesa che in attacco, mentre il doppio viaggio in lunetta di Harrel fa chiudere il quarto 29-31.

Terzo quarto che si apre con i canestri di Severini e Saccaggi: le due squadre alzano il ritmo fin dalle prime battute e la tripla di Tavernari porta i suoi sul 33-36 dopo 3’. Denegri non si fa intimorire e la sua tripla fa esplodere l’intero PalaFerraris, ma Siena continua a farsi sotto e a non lasciare centimetri ai rossoblu: Severini ci prova dalla lunetta (39-45), imitato da Tomassini. Harrell e Valentini litigano con il ferro, mentre Bucarelli è chirurgico dalla lunetta: ancora un viaggio ai tiri liberi per i rossoblu e il quarto termina 44-47.  

Harrell firma i primi due punti dell’ultimo periodo, mentre Casale continua a sbattere contro il muro senese e il punteggio rimane sul 44-49 a metà quarto. I rossoblu si fanno valere a rimbalzi difensivi e Tolbert ne approfitta per far muovere la retina casalese: Vildera ha le mani infuocate, ma è ancora Tolbert a rispondere per due volte dalla lunetta (50-51). Siena litiga con il ferro per il possibile allungo, mentre Blizzard non sbaglia ai liberi: la Novipiù difende ogni centimetro, ma Tavernari riesce ad andare a canestro e a realizzare successivamente entrambi i tiri a disposizione (52-55). Tomassini e Vildera vanno ancora a segno: Mascolo realizza solo un libero, mentre Tolbert piazza la tripla del -1 (57-58). Ma Casale non riesce a sfruttare la possibilità di segnare il canestro della vittoria e Siena ottiene la vittoria 57-58.

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO – MENS SANA BASKET 1781 SIENA: 57-58 (16-21; 29-31; 44-47)

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Tolbert 15, Denegri 8, Tomassini 16, Natali 4, Blizzard 2, Di Bella 2, Martinoni, Severini 10, Ruiu ne, De Ros ne, Valentini, Bellan ne. All. Ramondino

MENS SANA BASKET 1871 SIENA: Masciarelli ne, Harrell 7, Mascolo 4, Campori, Vildera 21, Ceccarelli ne, Saccaggi 8, Flamini 6, Bucarelli 2, Pichi, Tavernari 10. All. Griccioli

LE DICHIARAZIONI – Coach Marco Ramondino:La mia analisi non toglie meriti a Siena: ci hanno distrutto sotto tutti i punti di vista. Una partita assolutamente inadeguata vista l’importanza di ogni settimana specialmente quando giochiamo in casa. Siamo stati assolutamente assenti e abbiamo fatto l’opposto per vincere. Siena ha vinto con merito e questo sapore dobbiamo ricordarci cos’è quando non si gioca con la cattiveria e la determinazione che servono. Dobbiamo migliorare tutti: è stata una partita con poco coraggio, cattiveria ed energia e in più di un’occasione hanno fatto canestri troppo facili. Quando tutta la squadra gioca una partita del genere, la responsabilità principale è dell’allenatore che non ha percepito determinati segnali nel corso della settimana e i messaggi o non sono stati percepiti o sono stati mandati sbagliati. Ho visto dall’inizio una squadra sempre un passo indietro rispetto agli altri ed eravamo sorpresi di qualsiasi cosa succedesse in campo: è grave non avere tutti i giocatori su una stessa pagina per una partita fondamentale”.

Coach Giulio Griccioli:Nello stato di emergenza con la mancanza di Myers, devo fare i complimenti alla squadra in generale. Dovevamo giocare in difesa e abbiamo fatto bene nel primo quarto: quando Casale si è abituata siamo però riusciti ad aprire l’area con Vildera soprattutto. Abbiamo fatto le migliori azioni quando abbiamo costruito dei tiri obiettivamente aperti e muovendo la palla nel cambio. Siamo usciti da un periodo di 6 sconfitte consecutive con la terza vittoria consecutiva: era fondamentale vincere perchè Casale ci seguiva in classifica. Anche quando sono venute meno le energie, abbiamo faticato ma siamo stati sempre abbastanza equilibrati e a difesa schierata anche noi siamo stati duri e quindi li abbiamo messi in difficoltà. Ringrazio per l’ennesima volta l’accoglienza di Casale, mi spiace per loro di avergli portato via la partita, ma dall’altro lato sono felice per me e per i miei i ragazzi. Mi ha caricato sapere che in due anni sono stato fondamentale per la Società, pur non avendo fatto la storia”.

Nicola Natali:Abbiamo perso un’occasione importante perchè non siamo riusciti a fare quello che ci eravamo detti. Abbiamo subito la loro aggressività, ci hanno anticipato e non ci hanno fatto giocare di squadra. C’è rammarico ma dobbiamo subito concentrarci sulla prossima partita in trasferta a Trapani. Dal campo la sensazione era di una rincorsa continua”.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa AS Junior

Commenta
(Visited 92 times, 1 visits today)

About The Author