Novipiù Casale-Virtus Roma 75-84, Brown e Chessa fanno volare i capitolini

Importante successo esterno della Virtus Roma, che s’impone 75-84 al PalaFerraris di Casale Monferrato, casa della Novipiù, nella seconda giornata del Girone Ovest della Serie A2. Una partita che ha visto la squadra di Roma quasi sempre avanti, brava a resistere al ritorno dei padroni di casa nel finale. Riportiamo di seguito un estratto del resoconto del match e le parole di coach Corbani, il tutto dal comunicato dell’Ufficio Stampa Virtus Roma.

Ritmi alti sin dalla palla a due, come Roma ci sta oramai abituando a vedere già dal precampionato; anche i padroni di casa non disdegnano correre e così nei primi dieci minuti fioccano le conclusioni a inizio azione. La Virtus però è decisamente più precisa, soprattutto con Chessa (26) che mette a segno 11 punti con tre triple. La Virtus parte forte anche nel secondo periodo, e con una tripla di Landi (9) trova il massimo vantaggio sul 23-30. Il ritmo inizia fisiologicamente ad abbassarsi, le palle perse aumentano leggermente e Casale ispirata da 5 punti di Martinoni firma un parziale di 10-2 che la riporta in parità sul 33-33, ma deve registrare il terzo fallo di Tolbert a 3:44 dalla fine del quarto. Con l’uscita dell’americano torna a fare la voce grossa John Brown (22), che con 10 punti nel periodo guida la reazione degli uomini di Corbani, facendo chiudere loro il primo tempo avanti sul 38-42.

L’inizio di secondo tempo è di marca virtussina, che con Landi e Brown scappa via sul 40-49 toccando il nuovo massimo vantaggio. Ramondino toglie Tolbert condizionato dai falli e Casale si riscopre molto più aggressiva in difesa, trovando palle perse di Roma che le facilitano l’8-0 di parziale con il quale i padroni di casa tornano pienamente in partita. La Virtus chiude avanti anche il terzo periodo sul 58-60. L’equilibrio la fa da padrone anche negli ultimi dieci minuti.  Con la tensione che sale si abbassano le percentuali, e la gara diventa una corsa a chi sbaglia meno: una corsa che vede Roma iniziare in svantaggio perché due palle perse consecutive consegnano alla Novipiù il primo vantaggio dal primo quarto sul 71-69 a 2:22 dal termine. Ma ancora una volta gli uomini Virtus si dimostrano freddi quando più conta: Chessa con 2+1 e Raffa (11) in penetrazione confezionano lo 0-5 che vale il 71-74 a 1:37, ed è di nuovo una penetrazione del play americano a 35” dal termine a chiudere la gara che il gioco finale dei tiri liberi fissa sul 75-84.

Novipiù Casale Monferrato – Unicusano Virtus Roma 75-84 (21-24; 38-42; 58-60)

Novipiù Casale Monferrato: Tolbert 13, Denegri ne, Tomassini 3, Natali 9, Blizzard 11, Di Bella 10, Martinoni 15, Emegano 8, Severini 6, Ruiu ne, De Ros ne, Bellan.

Unicusano Virtus Roma: Brown 22, Raffa 11, Benetti 2, Piccolo, Lentini, Maresca 3, Chessa 26, Sandri 8, Baldasso 3, Landi 9, Vedovato.

Mister Fabio Corbani (Virtus Roma): «Credo che innanzitutto vada sottolineato che è stata una bella partita di pallacanestro: molto intensa, combattuta e anche bella da vedere. Penso che nelle intenzioni di Casale ci fosse l’idea di rallentare il nostro ritmo, ed è stata brava a farlo soprattutto nel secondo tempo, aiutata in verità anche da due nostri tiri aperti sbagliati a inizio terzo quarto che ci avrebbero consentito di tenere il ritmo partita. La cosa positiva per noi è che siamo stati consistenti in due aspetti: la tenuta in trasferta e la tenuta in una partita a metà campo, che non è il nostro tipo di partita preferito. Di negativo ci sono sicuramente le palle perse, dovute sì alla bravura di Casale ma anche alle nostre incertezze nel leggere le situazioni. Letture che però siamo stati bravi a fare bene nel finale, con le due penetrazioni di Raffa e Chessa che ci hanno dato punti e tiri liberi».

 

Commenta
(Visited 77 times, 1 visits today)

About The Author