NP Monteroni, primo impegno in trasferta

Primo impegno in trasferta per la Nuova Pallacanestro Monteroni, attesa in terra molisana dall’insidiosa sfida con Il Globo Basket Isernia.  I ragazzi di coach Lezzi sono chiamati al riscatto dopo la bruciante sconfitta casalinga contro Pescara, arrivata al termine di una combattutissima gara. Anche per i molisani la voce “punti in classifica” recita ancora “zero”, dopo l’insuccesso della spedizione in quel di Mola (i pugliesi si sono imposti con il punteggio di 64-50). 

Tra i più positivi della prima giornata sicuramente Andrea Grosso, direttore d’orchestra degli attacchi gialloblù. Il play dei salentini, dopo il confronto diretto con il temutissimo e forte Rajola, dovrà ora vedersela con il pari ruolo Antonio Brighi, giovane atleta già titolare nel match d’apertura della Globo Basket. Dalla panca pronto Gabriele Triggiani, coetaneo del nostro Francesco Errico (entrambi ’94), suo diretto avversario.

Nello spot di guardia i molisani possono contare sul confermato Antonio Cardinale, esplosivo difensore classe ’91 autore di 12 punti nella scorsa partita contro Mola. Di fronte a lui, Federico Ingrosso pronto a infiammare la partita con le sue improvvise penetrazioni nell’area pitturata. 

Le due ali piccole (Alessandro Potì per gli ospiti ed Elio Preite per i padroni di casa) appaiono molto simili nello stile di gioco. Entrambi hanno dispongono nel loro arsenale di un’ottima mano dalla distanza abbinata ad un’eccellente capacità di attaccare il ferro. Mentre il nostro buon Alessandro è stato uno dei trascinatori nella rimonta (incompleta) con Pescara, per l’atleta acquistato in estate dal Cus Bari 10 punti all’esordio in maglia biancoblù. A dare man forte ci penseranno Francesco Leucci e Walter Rianna.

Pronto a dare il suo contributo sicuramente Gianmarco Leggio, autore di una buona partita all’esordio. Il giovane lungo è chiamato ad un compto non facile: limitare il talento di Nicola Bastone. Ala-pivot di 1,95, dotato di una mano morbida dalla media distanza, è stato il top-scorer dei suoi nella sconfitta a Mola. Acquistato dal Campobasso durante l’ultima sessione di mercato ha un aspetto curioso in comune con il rivale Leggio: entrambi, infatti, provengono dai settori giovanili di team che hanno fatto (e continuano a fare) la storia della pallacanestro italiana (Enel Brindisi per Gianmarco, Virtus e Fortitudo Bologna per il ragazzo di coach Ciro Cardinale). Una sfida nella sifda, quindi. A coadiuvarli sotto le plance capitanPaiano, Cosimo De Giorgio e Manuele Mocavero da una parte e Fabio Del Vecchio e Jonas Bracci dall’altra.

La sconfitta patita tra le mura amiche può offrire una lezione importante alla Nuova Pallacanestro Monteroni e la trasferta contro Isernia sarà un banco di prova importante per sistemare ciò che all’esordio non ha funzionato. Non sarà facile, ma l’entusiasmo e il talento, di certo, non si sono spenti.

Appuntamento quindi per domenica 12 ottobre presso il Palazzetto dello Sport di Isernia. Palla a due prevista per le ore 18:00.

 

Matteo LEO

Il GLOBO BASKET ISERNIA….ASPETTANDO IL MONTERONI

Partita per la nuova avventura della serie B, consapevoli di poter giocare ogni partita alla pari degli avversari, la Globo Basket Isernia non si fà scoraggiare dalla prima sconfitta subita sul campo del Mola. 

Di certo, non fortunati al loro esordio in campionato, che a dispetto del risultato finale li ha visti capaci di tenere bene il campo e di restare per lunghi tratti di partita in vantaggio, i ragazzi di Coach Cardinale si riorganizzano per la seconda giornata di campionato aspettando sul parquet del Palazzetto dello sport di Isernia  La Nuova Pallacanestro Monteroni. 

Quest’ultima è tra le compagini più forti del campionato potendo contare su un ottimo gioco di squadra, con gli innesti del Pivot Moncavero dal recente passato in serie A, sicuramente il miglior lungo del campionato, con il play Grosso, che ha un’ enorme esperienza per aver militato per anni nei campionati di serie B ed i  più vari  Pota, Ingrosso e Leggio. L’aver sbagliato la prima partita in casa con il Pescara, porterà gli atleti leccesi a cercare un immediato riscatto contro La Globo Basket Isernia.

Questi, non potendo far leva su un’ affermata esperienza di gioco per la loro giovane età…..19 anni la media della squadra isernina, si batteranno vendendo cara la loro pelle, mettendo davanti a tutto l’incoscienza, l’entusiasmo e l’orgoglio che da subito hanno contraddistinto il gruppo.

Nessuna previsione sull’esito dell’incontro ma la sicurezza che il match rappresenterà l’occasione per accrescere l’esperienza in quel campionato che l’Isernia si trova ad affrontare da neofila, con la acerrima volontà di dimostrare tutto il suo valore sportivo.

Commenta
(Visited 15 times, 1 visits today)

About The Author