NPC Rieti batte Jesi al Memorial Gasperini

Molto positivo l’ultimo test precampionato della NPC Rieti che in occasione del Memorial Gasperini si confronta con l’Aurora Basket Jesi e la batte per 94-79.
Parte alla grande Rieti che già a 3:02 del primo periodo si trova avanti di 18 lunghezze (25-7). Guidati da un ottimo Benedusi che firma 15 punti nei primi dieci minuti, la frazione termina 32-13 a favore dei padroni di casa.
In avvio di secondo periodo l’attacco prosegue fluido e sono tre i canestri amarantocelesti prima che Jesi riesca a reagire. A poco meno di 4 minuti dall’intervallo Rieti viaggia sul +30 52-32 per raggiungere il massimo vantaggio un paio di minuti dopo (55-33) e si va al riposo sul 58-37.
Con le squadre negli spogliatoi, in campo vengono chiamati dall’organizzazione del Memorial Gasperini numerosi ex giocatori, dirigenti e allenatori che hanno avuto un ruolo importante nella storia del basket reatino: ci sono Zampolini, Sanesi, Scodavolpe, Simeoni, Colantoni, De Ambrosi, Danzi, Salvatori, Lardo, il figlio di Italo di Fazio e la nipote di Alvisini. Non poteva mancare la targa al presidente della NPC per il ritorno in Serie A2.
La pausa lunga interrompe il ritmo della gara, ma nella ripresa l’inerzia non cambia anche se Jesi riesce a produrre un pochino di più ed a ricucire in parte il gap, tuttavia Rieti si aggiudica la vittoria per 94-79.
“Abbiamo confermato le cose positive fatte mercoledì a porto San Giorgio – spiega coach Luciano Nunzi – riuscendo a tenere una intensità di gioco alta, unita anche nel primo tempo ad una buona qualità sia in attacco che in difesa. Siamo partiti molto bene fin dall’inizio e poi Jesi come era preventivabile è un po’ rientrata nel secondo quarto in cui abbiamo subìto 24 punti. Abbiamo un po’ mollato in difesa anche se le percentuali in attacco hanno continuato ad assisterci.
Complessivamente si è trattato di un altro test positivo in vista dell’esordio. E’ chiaro che dobbiamo sistemare alcune situazioni di gioco a livello offensivo e trovare continuità nel gioco di squadra, dove alterniamo momenti in cui la palla si muove bene e facciamo passaggi con un senso reale, a momenti in cui ci passiamo la palla senza mai produrre un vantaggio”.

Tabellini. Rieti. Hidalgo 9, Mortellaro 16, della Rosa 8, Benedusi 16, Feliciangeli 8, Longobardi 10, Morgillo, Auletta, Parente 13, Pepper 14. All. Nunzi Ass. Rossi e Matteucci.
Jesi. Green24, Hunter 15, Battisti, Lucarelli, Janelidze, Leggio 6, Paci 6, Santiangeli 13, Picarelli 2, Gueie 13. All. Lasi

Parziali 32-13, 58-37, 74-54, 94-79.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author