NPC Rieti: domenica il derby a Latina

C’è grande attesa per la seconda giornata del campionato di basket di Serie A2. Rieti si recherà domenica sul campo di Latina, dove un paio di anni fa, in finale, lasciò l’accesso alle Final Four promozione. Quella stagione Rieti e Latina si contendevano la guida della classifica di Serie B ed ora tornano a confrontarsi, ma stavolta nel campionato di Serie A2, per raggiungere il quale entrambe si sono spese tanto.

Latina è una delle poche trasferte vicine e facilmente partecipabili dagli appassionati reatini. Il tifo organizzato ha, dunque, programmato un’ampia adesione alla partita ed anche numerose famiglie approfitteranno dell’occasione offerta dalla partita per una gita fuori porta.

Da un punto di vista di classifica, Latina si trova ancora a 0 punti, al pari di Rieti, avendo perso nella trasferta contro Mens Sana Siena. Sembra, sulla carta, una squadra alla portata degli amarantocelesti anche se non sarà assolutamente facile, infatti, entrambe le squadre sono a caccia dei primi due punti e per Latina, inoltre, sarà l’esordio in casa.

“Sarà una partita come sempre complicata – spiega coach Paolo Matteucci, assistente di Luciano Nunzi – Latina è una buona squadra, ottimamente guidata da coach Franco Gramenzi che conosciamo bene per aver allenato Rieti sotto la dirigenza di Angeletti. Il roster, seppur rinnovato, ha mantenuto degli elementi dello scorso anno. Gli americani sono Mosley, un lungo piuttosto forte e abbastanza bravo tecnicamente e Stanback un 3-4 molto duttile, bravo nei pick and roll e buon tiratore. Il quintetto è costituito anche da altri giocatori capaci come Mei, guardia che gioca anche play, estroso e veloce, e dal play Tavernelli. Ci sono una serie di buoni giovani e poi alcune vecchie conoscenze come Uglietti, Tagliabue e Pastore che c’erano anche nella finale di due anni fa e Veccia che però è infortunato e non sappiamo se rientrerà per giocare contro di noi. Una squadra a cui piace il contropiede e guidata da un allenatore che non lascia nulla al caso. Una squadra con la quale, comunque, ce la potremo giocare fino in fondo”.

Come è la situazione nello spogliatoio amarantoceleste ce lo spiega Davide Parente:

“Abbiamo avuto i primi due giorni di allenamenti settimanali a ranghi ridotti per via dell’influenza che ha colpito 4-5 giocatori che però da ieri sono tornati abili e arruolati, così che abbiamo potuto cominciare a preparare la partita.

Latina è una squadra importante e ostica, in più giocano la prima in casa ed avranno come ulteriore stimolo il doversi riscattare, come noi del resto, dalla prima giornata di campionato in cui sono stati sconfitti da Siena. In panchina hanno un allenatore senza bisogno di presentazione perché ha vinto ovunque è stato. Nel roster hanno Nicola Mei con il quale ho giocato e che negli ultimi due anni ha fatto esperienze in A1 ed è cresciuto molto e sarà uno dei principali indiziati da tenere sotto controllo e Mosley che sotto canestro è una garanzia. Bisogna comunque fare attenzione a tutti perché tutti sono pericolosi.

Noi dobbiamo affrontarla, come affronteremo tutte le nostre avversarie: rispettando tutti, ma senza avere paura di nessuno. Sulla carta ci sono squadre più forti e più deboli, ma se prendi sottogamba una qualunque di queste squadre rischi di lasciare le penne su ogni campo.

Siamo carichi e abbiamo voglia di scendere sul parquet per dare il massimo. Impegno e cuore non mancheranno mai, saranno il nostro punto forte nella stagione”.

Palla a due alle ore 18.00 al Palabianchini. Chi non potesse essere presente può seguire la partita trasmessa in diretta streaming esclusiva su LNP TV Pass (https://tvpass.legapallacanestro.com.)

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author