NPC Rieti: l'ex Tommasini presenta la sfida con Trapani

Per la rubrica che esplora il punto di vista dell’avversario di turno, questa settimana abbiamo intervistato Claudio Tommasini. Playmaker classe 1991, giocatore giovane, ma già esperto, dopo aver militato nelle giovanili della Virtus Bologna e aver vinto due campionati under, Claudio ha girato l’Italia andando a vestire le maglie di squadre come Forlì’, Ostuni, Veroli e Torino per poi approdare alla Juve Caserta dove ha giocato due stagioni nella massima serie. Questo anno è titolare a Trapani, con 24 minuti giocati di media, 9 punti e 2,3 assist.

Ciao Claudio, quali sono gli obiettivi stagionali di Trapani?

“Quello che siamo detti all’inizio con il Presidente, il coach e lo staff era di ottenere una salvezza sicura, ora tutti sogniamo più in grande e sarebbe bello arrivare ai play off, ma l’obiettivo principale resta comunque la salvezza”.

La vostra posizione in classifica è dunque molto in linea con le vostre aspettative.

“Si, anche se mentre in casa produciamo delle ottime prestazioni, non siamo ancora riusciti a vincere in trasferta. Credo che sia anche perché la squadra è tutta nuova, dello scorso anno è rimasto solo Renzi e ci stiamo mettendo un po’ di più per trovare quella chimica che ci consenta di fare ugualmente bene in trasferta. In casa riusciamo a mettere più intensità. I nostri 3000 spettatori ci danno una grossa mano e ci dà sicurezza anche giocare nel campo che conosciamo bene”.

 Nella tua carriera ti è capitato di giocare contro Rieti?

“Sono stato a Rieti cinque anni fa con Ostuni, da voi c’era Virgilio e con noi giocava Mario Gigena ex Rieti che fece una prestazione incredibile”.

Chi conosci della nostra squadra?

“Per averci giocato contro più di una volta conosco Davide parente, fratello di Daniele che sta qui con noi (allenatore nel settore giovanile di Trapani ndr)”

Che partita ti aspetti?

“Difficile, anche dal punto di vista emotivo, noi ci teniamo tantissimo a vincere e voi altrettanto. Inoltre sapete che arriva una squadra che in trasferta sta facendo fatica ed i vostri giocatori si impegneranno al massimo per lasciarci perdenti in trasferta. Penso che sarà una gara equilibrata e che si chiuderà solo al 40° minuto: nessuno farà un passo indietro e fino all’ultimo ci sarà una bella battaglia”.

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author