NPC Rieti si arrende ad un grande Casale

Alla NPC Rieti non riesce l’impresa del quinto successo consecutivo e la striscia positiva si ferma momentaneamente al PalaFerraris. La sfida contro Casale Monferrato è, come da previsioni, tostissima: dopo un primo quarto condotto sul filo dell’equilibrio, la Novi Più prende il largo e con il passare dei minuti aumenta il vantaggio, andando a vincere la partita. Il primo quarto è giocato punto a punto, con le due formazioni che si confrontano a viso aperto e chiudono il periodo in perfetta parità 21-21 (11 punti sono di Pepper). Dopo pochi minuti dell’avvio della seconda frazione però Casale, con Fall e Natali, si porta sul 29-22 (5:32) e tenta di allungare. Rieti con Mortellaro torna in scia (31-28), ma Casale piazza un parziale di 12-3. Le due formazioni vanno al riposo lungo sul 43-31. Nel terzo periodo Casale allunga costantemente il divario fino ad arrivare al +21, 66-45, quando la sirena sancisce la fine della frazione. C’è poco da fare nel quarto periodo per contrastare l’energia dei padroni di casa. Rieti dopo essere stata a – 27 (77-50 a 6:10) riesce a recuperare fino al -18 (81-63 a 2:56), ma la forbice è ormai troppo ampia e Casale vince per 88-67. Non è comunque il momento di abbattersi per una sconfitta, domenica al Palasojourner arriverà Agrigento e ci sarà bisogno di una prestazione solida e convincente, come i ragazzi di coach Nunzi hanno dimostrato più volte di saper produrre.

Tabellini:

NPC Rieti. Buckles 13, Mortellaro 15, Benedusi 2, Parente 16, Pepper 17, Hidalgo, Feliciangeli 1, Della Rosa, Longobardi 3, Auletta, Ponziani. All. Nunzi. Ass. Rossi e Matteucci.

Novi Più Casale Monferrato. Bray 13, Tomassini 9, Natali 11, Martinoni 13, Fall 8, Saunders 10, Nicolao 2, Blizzard 14, Denegri, Vangelov 5, Ruiu 3, Valentini. All. Ramondino, Ass. Valentini e Cardani.

L’analisi di coach Nunzi: “Abbiamo giocato bene i primi 17-18 minuti della gara resistendo alla loro voglia di rivincita rispetto alla sconfitta della scorsa domenica, poi dopo, un po’ per l’intensità della partita, un po’ un paio di errori difensivi nostri, gli hanno permesso di andare via. Il break alla fine della prima parte di gara è stato troppo pesante e non siamo riusciti più a ricucire. A quel punto ci siamo disuniti e abbiamo perso la tranquillità, commettendo errori, sia in attacco che in difesa, che hanno permesso a Casale di allungare. Sull’esito della partita hanno pesato tanto gli 88 punti concessi: gli avversari hanno punito sempre i nostri errori che purtroppo stasera sono stati tanti ed anche la loro percentuale di tiro da tre del 60 % la dice lunga sulla loro reazione ai nostri errori. Abbiamo perso troppi palloni e concesso loro troppi tiri. Nel secondo tempo abbiamo sbagliato un po’ di scelte difensive. Loro sono un’ottima squadra che se in casa riesce a giocare duro come stasera ci si fa veramente fatica perché è composta da giocatori atletici ed aggressivi. Per vincere qui bisogna fare una partita importante, resistere ai contatti, non avere la minima distrazione e non è facile. Noi abbiamo fatto queste cose per poco tempo e appena abbiamo smesso, loro hanno preso in mano il controllo del gioco. Dispiace per la dimensione dello scarto, anche se per come è andata la partita, è giusto: loro sono stati molto bravi a farci fare quello che volevano e se poi aggiungiamo la percentuale da tre ecco gli 88 punti. Il fatto è che alcuni di quei canestri da tre hanno spezzato la partita. Ora dobbiamo dimenticare in fretta, non c’è tempo per piangere, dobbiamo subito pensare a preparare la prossima partita. Questa ormai è andata, già pensiamo ad Agrigento. Dobbiamo resettare e ripartire”

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author