La NPO Gordon conquista una vittoria pesante, ma potrebbe non bastare

Nel posticipo della 29° giornata Olginate scende in campo conoscendo già i risultati delle concorrenti e soprattutto della vittoria di Bernareggio sui cugini del Basket Lecco che toglie ad NPO la possibilità della salvezza anticipata in caso di vittoria.
Risultati che pesano anche per Padova, che con la vittoria di Desio vede svanire la possibilità di accedere ai Play Off ma acquisisce la salvezza matematica e quindi scende in campo senza alcuna pressione e senza regalare nulla alla Gordon.
Come se non bastasse, NPO deve rinunciare anche a Tagliabue infortunatosi in allenamento in settimana.
La partita inizia con le due formazioni che si fronteggiano spavaldamente con il punteggio altalenante, sul fronte di casa è Dessì che ne mette 5 di fila mentre Padova si affida al duo Canelo e Crosato che insieme realizzano 16 punti dei 21 della prima frazione.
Olginate venendo mancare punti di riferimento in area si deve affidare dal conclusioni perimetrali che vanno a buon fine con un 6/17 della frazione, Siberna ne mette 3 e Bassani ben 2 triple chiudendo rispettivamente con 9 e 8 punti con il punteggio fermo sul 24-21.

Nel secondo quarto i fuochi d’artificio continuano nonostante le rotazioni delle due squadre dove in campo si vedono i nazionali Miaschi e De Zardo tra i veneti e Rota, Seck e Dessì per NPO che non sfigurano assolutamente contro i quotati coetanei.
Ad ogni possesso si registra un controsorpasso con giocate di qualità e con Siberna che ne mette 16 nel primo tempo mentre sul fronte opposto si sblocca Piazza che ribatte colpo su colpo ( 8 punti nel 2Q).
Nell’ultimo giro di orologio De Zardo segna 4 punti per l’allungo 39-43 a cui Olginate risponde caparbiamente e sulla sirena arriva l’ennesimo aggancio del 43-43.
Mentre il PalaRavasio si scalda con un pubblico fantastico che sospinge i lecchesi la partita inizia come era finita e per 3’ l’equilibrio regna sul parquet.
Al 24′ è Dessì a dare il primo allungo con la tripla del +6 (53-47). Padova non ha intenzione di mollare e in 2′ mette a segno un 6-0 per il nuovo pareggio (53-53).
Galli ferma il gioco con un time out e la Gordon torna in campo determinata con il suo capitano – Matteo Marinò che si carica la squadra sulle spalle ed inizia a martellare da ogni zona segnando 7 del break di 9-0 ed al 28′ si è sul 62-53.
Olginate potrebbe toccare la doppia cifra ma Todeschini dalla lunetta fa 0/2, all’errore ci pensa ancora’ Marino’ che con il nono punto in 5’ sancisce l’ultimo riposo sul 64-57. Al 32′ è sempre il capitano che riporta il vantaggio sul 68-59 a cui il talentuoso Miaschi (classe 2000) risponde con un gioco da 4 punti – tripla più libero e tutto si riapre 68-63. La partita si riapre completamente quando Maresca e Piazza realizzano 4 punti e con un 8-0 tornano al minimo svantaggio del 68-67 al 34’.
Bassani risponde con 2/2 dalla lunetta e Marino’ con una fantastica penetrazione segna il +5. Ma a riportare la partita sui binari giusti e’ Cardellini con un canetsro da 3 ed il solito Marino’ con 5 punti che di fatto lo consacrano MVP (19 punti nel secondo tempo) e 81-73 con 50” da giocare. In tribuna sono tutti in piedi ad esultare e la Gordon commettendo due errori di deconcentrazione regala 4 punti a De Zardo per il 82-77 con 22” alla sirena. Padova si affida al fallo sistematico ma Cardellini è glaciale e con 3/4 dalla lunetta chiude la partita sul 85-79.

Vittoria che permette ad Olginate di allungare a 24 punti sulle tre formazioni (tutte a 22 punti) a cui contende la salvezza diretta ma, che proprio per l’incredibile calendario, che le fa incrociare all’ultima giornata – Reggio EmiliaNPO e RiminiBernareggio questo foglio rosa potrebbe non bastare. A questo punto per salvarsi senza passare dai Play Out, la Gordon deve espugnare Reggio Emilia oppure in caso di sconfitta deve sperare nella vittoria di Rimini.

Scontato dire che domenica prossima i Gordon’s Boys avranno bisogno del più caloroso pubblico nella trasferta di Reggio Emilia di domenica 22 Aprile ore 18,00.

Tabellini:

NPO GORDON:  Siberna 20, Todeschini 13, Tagliabue ne, Rota 1, Colnago, Bassani 15, Marinò 19, Maver ne, Seck 3, Dessi’ 8, Cardellini 6, Moretti ne, All. Galli.

VIRTUS PADOVA: Pellicano ne,  Schiavon 6, Canelo 18, Buia ne, Tognon ne, Miaschi 7, Piazza 12, Visentin ne, Nobile 11, Maresca 4, De Zardo 6, Crosato 15, All Rubini.

Fonte: Ufficio Stampa NPO Gordon Olginate

Commenta
(Visited 33 times, 1 visits today)

About The Author