NTS, intervista a Bernardi

Da quando è tornato a sedersi sulla panchina biancorossa, Massimo Bernardi ha raccolto due successi in altrettante gare, interrompendo quella brutta striscia negativa che aveva fatto scivolare la NTS nelle zone meno nobili della graduatoria: la vittoria al Flamino per 81-75 contro Piombino e il blitz di Trecate di domenica scorsa (73-83) hanno ridato entusiasmo e fiducia all’ambiente, ma per l’allenatore nativo di Santarcangelo c’è ancora molto da fare.

“Abbiamo ancora tanto da lavorare – attacca il coach dei Crabs – i ragazzi si stanno impegnando e stanno mettendo in campo il giusto atteggiamento, con tanto entusiasmo e applicazione anche in settimana. Le due vittorie sono state molto importanti, ora però sono storia, anche se ci sono sicuramente servite per avere più sicurezza in noi stessi: la squadra si sta impegnando per mettere una grandissima intensità negli allenamenti, necessaria per fare un salto di qualità. Serve però ancora tempo, anche se la direzione che abbiamo preso è quella giusta”.

Con un attacco che in due partite ha prodotto più di 160 punti e una difesa che ha messo i bastoni tra le ruote agli avversari, la NTS ha dimostrato di meritare molto di più dell’undicesima posizione che occupa attualmente, e se il buongiorno si vede dal mattino, questa squadra potrà togliersi qualche bella soddisfazione.

“Dal giorno del mio arrivo, ho potuto notare come sia migliorato l’entusiasmo del gruppo – prosegue l’allenatore dei granchi – si lavora con tanto impegno, ma le facce dei giocatori sono quelle giuste: c’è positività, mi aspetto passi in avanti sia per quanto riguarda la continuità nell’applicazione difensiva, sia per il ritmo in attacco, con l’obiettivo di ottenere dei buoni risultati”.

Rimini adesso è attesa dalla difficile gara interna di domani alle 18 contro la seconda forza del campionato, quella GR Service dell’ex Bruni che all’andata diede il primo dispiacere stagionale ai biancorossi vincendo 70-66: adesso, dopo un girone, i toscani sono in piena corsa per i playoff, mentre i Crabs cercano punti importanti per risalire la classifica.

“Cecina è una squadra molto forte e non a caso occupa la seconda posizione: i toscani mettono in campo molta energia ed intensità, mettendo le mani addosso in difesa. Sono tosti, hanno un buon sistema di gioco che mette in difficoltà gli avversari, oltre a poter contare su un ottimo gruppo con uomini di qualità. Il giocatore più pericoloso è il playmaker Caroti, molto giovane con un grande futuro davanti, che ha talento, dinamismo e tiro da tre punti; le guardie sono due realizzatori come Del Testa e Bruni, mentre sotto canestro possono contare su Toscano, Fratto e Gambolati. Quella che affronteremo domani è sicuramente una squadra completa, sarà una partita difficilissima ma mi aspetto di vedere dei miglioramenti: voglio che siano i miei ragazzi a fare la partita – conclude Bernardi – per fare ciò ognuno dovrà dare il 150%, giocando uniti e come squadra, assieme al pubblico che ci darà di sicuro una grossissima mano”.

 

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author